thumbnail Ciao,

Il magnate indonesiano vuole puntare sulla linea verde e ha già individuato diversi nomi: quello del centrocampista del Psg è il più suggestivo, ma per la panchina spunta De Boer.



In casa Inter tiene banco l'avvento di Erick Thohir, che proprio in questi giorni ha raggiunto l'accordo con il patron Moratti. Il magnate indonesiano ha più volte fatto capire di voler puntare sul progetto giovani, acquistando forze fresce e non campioni già affermati: sono già stati individuati diversi nomi per le prossime sessioni di calciomercato.

Come riportato sulle pagine della 'Gazzetta dello Sport', l'obiettivo numero uno è Marco Verratti, centrocampista del Paris Saint Germain e della Nazionale. In molti pensano che alla fine il giovane gioiello azzurro deciderà di tornare in patria e la squadra nerazzurra sarà in prima fila tra le pretendenti. Il giocatore rappresenta il tassello perfetto in una formazione che opera la ricostruzione: è italiano, talentuoso e ha grande futuro.

Intanto proseguono le voci di un possibile ritorno di Leonardo dietro le scrivanie del club: il brasiliano ha smentito contatti con Thohir, ma la sua squalifica non vale oltre i confini francesi e potrebbe decidere di cambiare aria a breve. Nel frattempo la dirigenza nerazzurra continua a seguire Montoya, in scadenza con il Barcellona, sul quale c'è però la concorrenza di Arsenal e Liverpool.

Si pensa però anche a Gaston Ramirez del Southampton, già seguito in passato ai tempi del Bologna, mentre alcuni emissari sono stati visti a Madrid per visionare il 24enne Insua nell'ultimo match di Champions. Per quanto riguarda il mercato italiano l'interesse c'è ed è forte: il 21enne del Genoa Vrsaljko piace molto, come riportato nella nostra esclusiva; il giocatore era già stato seguito 8 mesi fa. Occhio poi a Ibarbo del Cagliari e Rodrigo del Benfica per quanto riguarda il reparto offensivo.

Progetto giovani si diceva, Thohir potrebbe attuarlo portanto in nerazzurro un nuovo allenatore, da sempre nelle grazie del magnate: quel Frank De Boer che è riuscito a vincere con l'Ajax tre scudetti con una rosa da 22 anni di media, la più bassa nella storia dell'Eredivisie. Come riportato sulle colonne di 'Tuttosport', sicuramente i recenti risultati di Mazzarri fanno storcere il naso a chi pensa ad un cambio in panchina, ma l'avvento del nuovo patron potrebbe portare novità anche in questo senso.

Sullo stesso argomento