thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Il Milan pensa a rafforzare l'organico con un portiere di primissimo livello: Marchetti è il grande indiziato, ma occhio alle suggestioni Casillas e Julio Cesar.



Niang, Zaccardo, Nocerino e i soldi della eventuale qualificazione agli ottavi di Champions League. Con queste mosse il Milan studia poter fare cassa per arrivare a un grande portiere già a gennaio.

Non sarà semplice, ma Galliani parte in anticipo a costo di dover tirarla poi fino all'ultimo giorno di mercato: il preferito per fattibilità e "fame" è Federico Marchetti, il sogno resta Iker Casillas, il terzo ovviamente Julio Cesar che alla fine è costretto in Championship inglese, che con il Milan ha già parlato a lungo nel luglio scorso e che a Milano ha mantenuto il proprio appartamento nel centro della città.

Insomma, le opzioni non mancherebbero. Ma quel che conterà sono le possibilità economiche che il Milan deve essere in grado di generare (non dagli incassi stagionali, destinati ancora a pagare il prestito bancario richiesto per l'acquisizione di Balotelli nel gennaio scorso).

Per Marchetti si lavora da mesi, principalmente sul calciatore che ovviamente è allettato a questo punto dall'idea di conquistare la maglia da titolare in una big. Il numero uno della Lazio però non ha intenzione di andare a fare battaglie con Lotito (visti i precedenti del patron e anche quelli dello stesso Marchetti a Cagliari con Cellino). I rossoneri per questa operazione hanno finora puntato sulla pazienza, lavorando ai fianchi, ma consci che le difficoltà ci sono anche se i rapporti in Lega con la Lazio sono a dir poco oliati.

Ritornando a Casillas e Julio Cesar, saranno gli accadimenti di questi mesi a spingere eventualmente Galliani da una parte o dall'altra (se per Marchetti non sorgeranno spiragli neanche in vista di giugno 2014). Il madridista sarebbe una sorpresona, ma qualcosa dovrà accadere da qui a gennaio, lo ammette lo stesso entourage del portiere iberico contattato nelle scorse settimane anche da Arsenal e Borussia Dortmund.

Più complessa la situazione di Julio Cesar, probabimente il più abbordabile dei tre, in partenza, considerata la sua situazione in Inghilterra: il suo arrivo da extracomunitario costringerebbe il Milan a rinunciare ad Honda, obiettivo principe della campagna acquisti invernale.

Segui Luca Momblano su

Sullo stesso argomento