thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - L'Inter segue con interesse Vrsaljko, già cercato prima che il Genoa se lo accaparrasse. Ai rossoblù potrebbe finire Belfodil, poco utilizzato da Mazzarri.



Questione di talento. Da quando Sime Vrsaljko era un ragazzino delle giovanili della Dinamo Zagabria, l'Inter lo ha sempre tenuto particolarmente d'occhio. Gli osservatori nelle terre balcaniche lo hanno sempre segnalato, nello scorso gennaio ci fu un tentativo ufficioso con la Dinamo per inserirlo nell'operazione Kovacic. Niente da fare, perché la richiesta fu superiore agli 8 milioni più bonus, con Vrsaljko fresco di Champions proprio con il club croato. Alla fine arrivò solo Mateo Kovacic, poteva andare peggio.

Ma Vrsaljko è rimasto - eccome - nel mirino nerazzurro. Perché sei mesi dopo, nello scorso luglio, il prezzo è sceso attorno ai 4,5 milioni. Ne ha approfittato il Genoa con un blitz del d.s. Delli Carri, il resto è storia nota: Vrsaljko, un classe '92 che in Croazia accostano a Maicon, in rossoblù ha iniziato benissimo il proprio campionato. Non poteva non accorgersene l'Inter. Che lo sta seguendo continuamente da vicino a Marassi e in giro per l'Italia.

Il futuro di Sime, infatti, potrebbe essere nerazzurro. Da quando il Genoa ha chiuso l'acquisto del terzino, Branca e Ausilio si sono informati con Preziosi sulla possibilità di prenderlo più avanti, qualora avesse fatto bene con il Grifone. Una sorta di prelazione per un giocatore seguito a lungo. Stesso percorso ha fatto anche il Milan, non sono un mistero i rapporti sempre ottimi tra lo stesso Preziosi e Adriano Galliani.

Ma l'Inter sta già facendo le sue valutazioni. Perché la tentazione riguarderebbe la metà del cartellino di Vrsaljko, da pagare al Genoa con cash e contropartite per una valutazione economica che continua a salire. Al momento, attorno ai 6 milioni. La spesa quindi complessivamente toccherebbe i 3 milioni di euro per il 50% del croato, magari nell'affare tra le contropartite potrebbe tornare in ballo il discorso Ishak Belfodil, sempre gradito al Genoa. Un'opzione da giocarsi tra gennaio e giugno. Preziosi non vorrebbe privarsi del terzino croato già in inverno, ma l'Inter potrebbe seriamente provarci.

Perché il condizionale 'potrebbe'? Perché dipenderà da diversi fattori: innanzitutto, bisognerà verificare come continuerà il campionato di Vrsaljko, un giovane a cui andrebbero comunque perdonate prestazioni altalenanti. In più, Mazzarri vuole capire come recupererà Javier Zanetti e come proseguirà la sua stagione Jonathan, fin qui tra le sorprese positive dell'Inter. Se poi il prezzo di Vrsaljko dovesse salire alle stelle o dovesse scatenarsi un'asta, magari con club esteri che lo seguono o lo stesso Milan, allora l'operazione diventerebbe complicata.

Insomma, l'Inter è sempre su Vrsaljko e pianifica una possibilità di portarlo a Milano. Se la maturità fosse davvero già da Serie A, l'assalto diventerebbe presto concreto. Aspettando la prossima mossa di Branca...

Segui Fabrizio Romano su

Sullo stesso argomento