thumbnail Ciao,

L'esterno ha stupito tutti al derby della lanterna. L'Inter lo aveva mollato mesi fa per la richiesta di 8 milioni del club croato. Ora il Genoa può strappare un'ottimo plusvalenza



Vecchi amori che tornano in auge. Colpa o merito (fate voi) anche del derby di Genova. Sime Vrsaljko, croato di quasi 22 anni, gioca con autorità sulla fascia destra nel 3-5-2 di Liverani, offre l'assist a Calaiò (quello del 2-0) ed ecco che riscoppia l'amore con l'Inter.

Mario Corso, in tribuna al Marassi lo ha visionato e ha riportato ottime impressioni a Marco Branca, dopo che lo stesso lo aveva tenuto d'occhio nella prima di campionato quando il Genoa fece visita a San Siro. L'esterno era già stato un pallino di Moratti circa un anno fa. Fu grazie a lui che i talent scout nerazzurri scoprirono Mateo Kovacic.

I due, infatti, giocavano assieme nella Dinamo Zagabria, club con cui Vrsaljko ha giocato per 4 anni con un bittono di 73 presenze e 1 goal. Kovavic venne comprato a gennaio, per Vrsaljko c'era un'opzione per l'estate ma gli 8 milioni di richiesta fermarono tutto. Alla fine il croato finì al Genoa per la metà.

Ora l'Inter ci ripensa, forte anche del buon rapporto che c'è con Preziosi. Ma attenzione: se Vrsaljko dovesse giocare con continuità, il suo valore potrebbe crescere così come i suoi estimatori. I nerazzurri stanno valutando se affondare il colpo già a gennaio o provarci a giugno. Quando perà potrebbe anche essere troppo tardi.

Sullo stesso argomento