thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Le parole di Beppe Marotta sono una chiara apertura verso il prosieguo dell'avventura insieme, ma ora ci si aspetta che anche il giocatore faccia un passo...

I goal della Serie A sul tuo smartphone, all'istante! Scopri GoalFlash

Alla Juventus, ma come in tutti i top team, nessuna esternazione ufficiale può essere sottovalutata. E quella di ieri, rilasciata dall’amministratore delegato dei bianconeri, Beppe Marotta, inevitabilmente ha fornito molteplici spunti di riflessione.

Da una parte - la società – intenzionata ad alimentare un cammino vincente. Dall’altra Andrea Pirlo, fuoriclasse bresciano, desideroso di voler proseguire l’avventura con i campioni d’Italia. Club di primissimo ordine, giocatore anche. Binomio di assoluto prestigio.
 
Tuttavia, ed è proprio il calcio ad insegnarlo, nel mercato le dinamiche possono cambiare frettolosamente. Certezze non ce ne sono; regola semplice che vale per tutti, nessuno escluso. Il manager lombardo, nonché massimo esponente dell’area tecnica zebrata, nelle ultime ore s’è lasciato andare a un “sono ottimista sul rinnovo di Pirlo”, frase che implica una trattativa in corso.

In corso Galileo Ferraris stanno valutando attentamente la situazione, sotto osservazione ci sono diversi fattori e, solamente dopo un’analisi totale, verrà presa una decisione definitiva. L’importanza del regista bresciano all’interno del globo juventino è indiscutibile, vedi i quatto trofei recentemente conquistati grazie anche, ovviamente, al prezioso contributo fornito dall’ex milanista.

Gli anni però passano per tutti e, il prossimo 19 maggio, il faro della Nazionale azzurra ne compirà 35. Intendiamoci, fuoriclasse di questa caratura potrebbero continuare a deliziare svariate platee all’infinito, ma le aziende, perché in questa maniera bisogna inquadrare chi investe ripetutamente in questo mondo, non possono non affrontare la componente anagrafica.
 
Il manager lombardo, coadiuvato dalla preziosa collaborazione del diesse Fabio Paratici, ha avviato nelle ultime settimane un dialogo con l’entourage del Genio bresciano. In Piemonte, un possibile prolungamento annuale con l’opzione per l’anno successivo, è una prospettiva che stuzzica. La controparte, desiderosa di volersi misurare ancora sotto la Mole, accetta le lusinghe e, contemporaneamente, punta ad accelerare il tutto per chiudere rapidamente la faccenda.

Gli ingredienti per la fumata bianca ci sono tutti, ma anche sotto il profilo salariale si potrebbero sviluppare importanti novità. La Juventus vorrebbe diminuire sensibilmente l’attuale ingaggio da 4 milioni netti annui, ragion per cui, nonostante esista la ferma volontà da entrambe le parti di trovare un’intesa, occorrerà trattare a oltranza.

Il piano alternativo, ovvero Xabi Alonso, per il momento non riscontra unità di intenti in quel di Vinovo. Mosse ufficiali per il basco, prossimo svincolato di lusso, non ne sono state fatte e, di questo passo, un netto cambiamento di strategia risulterebbe quasi sorprendente. Il futuro di Pirlo è un tema caldo in casa Madama. E il tutto, mai come in questo caso, lo si potrebbe riassumere con un classico ‘work in progress’.

Sullo stesso argomento