thumbnail Ciao,

Il club londinese e i suoi tifosi sono inferociti per come si è sviluppata la trattativa per il gallese e per lo sgarro del trequartista tedesco, ceduto ai rivali dell'Arsenal.

I goal della Serie A sul tuo smartphone, all'istante! Scopri GoalFlash

E' rottura fra il Tottenham e il Real Madrid. Dopo anni di proficua collaborazione sul calciomercato infatti, gli Spurs, alla luce dei casi Gareth Bale e Mesut Ozil, stanno pensando, come riferisce in esclusiva Goal UK, di tagliare i ponti con i Blancos. Il club del Nord di Londra è infatti furioso per il comportamento degli spagnoli nell'ultimo calciomercato.

Prima l'estenuante trattativa per l'esterno gallese, nella quale il Real ha forzato la mano fino ad ottenere la cessione del giocatore, che Villas-Boas non avrebbe voluto dar via, poi la cessione del trequartista tedesco agli accerrimi rivali dell'Arsenal. Il presidente David Leavy non ci ha visto più, e ha tentato di bloccare l'affare, senza apprezzabili risultati.

Ora però la partnership commerciale fra i due club, nata in seguito alla cessione in Spagna del centrocampista Luka Modrid nel 2012, rischia seriamente di saltare. "Gli Spurs sono stati vittima della prepotenza del Real. - ha detto a Goal una fonte vicina al club londinese - Ora volgeranno lo sguardo ai soci per capire se vale la pena continuare il rapporto con il club spagnolo". A chiedere la fine delle relazioni sono anche i tifosi londinesi, che hanno lanciato una petizione online.

"Da quando abbiamo accettato la partnership con il Real Madrid - hanno detto - noi e i nostri giocatori siamo stati trattati senza rispetto, incluse le operazioni Modric e Bale. Ora il trasferimento di Mesut Ozil ai nostri più agguerriti rivali, al fine di recuperare parte dei soldi spesi per Bale, ci sembra un'azione da doppiogiochisti. Ci meriteremo uno scambio equo e reciproco fra i due club, piuttosto che essere trattati come un club serbatoio del Real".

Sullo stesso argomento