thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - I bianconeri hanno in tasca un accordo con il presidente Cellino per il centrocampista rossoblù, ma da qui a gennaio le concorrenti proveranno a fare lo sgambetto.

I goal della Serie A sul tuo smartphone, all'istante! Scopri GoalFlash

Impossibile, o quasi, ipotizzare quello che può accadere domani. Vecchia legge del calciomercato. Ancor più complesso, quindi, pronosticare i movimenti che caratterizzeranno la prossima finestra invernale. Come sempre, però, bisognerà fare attenzione alle possibili eccezioni. Radja Nainggolan, per esempio, gioiellino belga di proprietà del Cagliari, continuerà a tormentare i pensieri della Juventus. Con i rossoblù, difatti, la Vecchia Signora detiene una sorta di accordo morale, una prelazione destinata a sfociare in una vera e propria operazione.
 
Massimo Cellino, patron degli isolani, non se l’è sentita di cedere nella compravendita estiva un calciatore così fondamentale per la coppia Pulga-Lopez. Troppo importante il 25enne di Anversa per potersene privare in modo rapido e inaspettato, essenziale tenerlo in rosa, almeno fino a gennaio, per cercare di dare una spinta decisiva in ottica salvezza.
 
La Juventus il discorso l’ha capito e, pur avendo provato fortemente a portarlo nel torinese fin da subito, ha accettato di rimandare la faccenda. Le insidie non mancano e, fino a quando non verranno apposte le firme, la cautela dovrà regnare sovrana. Prendiamo il caso di Marco Verratti, bloccato dai campioni d’Italia nel gennaio del 2012, approdato al Paris Saint-Germain a suon di milioni. La vicenda di marca abruzzese ha lasciato i segni sotto la Mole e, per evitare di commettere errori simili, Marotta e Paratici hanno provveduto ad assicurarsi immediatamente la compartecipazione di Domenico Berardi, classe 1994, astro nascente del calcio italiano attualmente in quel di Sassuolo.
 
Inter, Napoli e Roma, da sempre estimatrici di Nainggolan, proveranno nuovamente ad ostacolare la corsa zebrata e, si sa, dinanzi al denaro anche le “promesse” possono essere cancellate senza grandi remore. Ragion per cui, per evitare brutte sorprese, in corso Galileo Ferraris dovranno essere bravi in questi mesi a mantenere una posizione favorevole. Con Alessandro Beltrami, agente del giocatore, i rapporti sono ottimi e, proprio questo fattore, potrebbe incidere in maniera considerevole.
 
Le stanze segrete bianconere avranno del tempo utile per imbastire una strategia proficua. L’ex centrocampista del Piacenza, soprattutto in ottica futura, dalla Vecchia Signora viene visto come l'uomo giusto per poter puntellare ulteriormente un settore già straordinario nella sua totalità. Un reparto formato da Pirlo, Vidal, Marchisio, Pogba e, appunto, il belga, lo si potrebbe tranquillamente definire “micidiale”. Concetto ampiamente appreso da Antonio Conte.

Segui Romeo Agresti su

Sullo stesso argomento