thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - L'allenatore bianconero avrebbe voluto almeno uno tra Zuniga e Nainggolan: c'è un po' di amaro in bocca, ma da qua a parlare di Nazionale ce ne corre...

I goal della Serie A sul tuo smartphone, all'istante! Scopri GoalFlash

Archiviata la campagna acquisti estiva, in casa Juventus tiene banco il caso Conte. Nelle ultime ore in merito al tecnico salentino è stato detto di tutto e, attraverso questo articolo, proveremo a fare chiarezza su quanto sta accadendo tra i campioni d’Italia.
 
Partiamo da una certezza, raccolta come sempre dai soliti bene informati: l’allenatore pugliese è molto soddisfatto degli acquisti di Llorente, Ogbonna e Tevez, ritiene che questi tre calciatori incrementino il tasso qualitativo della rosa, offrendo anche nuove soluzioni tattiche da sperimentare qualora ce ne fosse bisogno.

Non è un mistero, però, che nella lista della spesa marottiana esistessero anche altri nominativi, tra cui quello di Zuniga, pedina particolarmente apprezzata dal mister zebrato. Il colombiano, infatti, è stato espressamente citato in più summit, ma il Napoli non ha ceduto alle lusinghe torinesi, nonostante il sudamericano sia in procinto di svincolarsi a titolo gratuito nel giugno del 2014. La Vecchia Signora, pur di mettere immediatamente le mani sull’ex Siena, ha offerto al club di Aurelio De Laurentiis 6 milioni, cifra sicuramente importante considerando, appunto, lo status contrattuale. Non se n’è fatto nulla, forse anche per colpa del rifiuto di Matri al trasferimento partenopeo.

Tecnicamente, rosa alla mano, non si può dire che la fascia sinistra zebrata sia scoperta, in quanto a comporre questo settore ci sono Asamoah, Peluso e De Ceglie. Qualitativamente, almeno secondo i piani contiani, l’ingaggio di ‘Zuzu’ avrebbe rappresentato l’inserimento di un tassello duttile e affamato di vittorie, ingredienti necessari per entrare nelle grazie di Antonio da Lecce.

Marotta e Paratici hanno operato attivamente, ma non sono riusciti a ingolosire la truppa azzurra. In ottica futura, tuttavia, questa pista non la si può ancora considerare chiusa. In corso Galileo Ferraris vorrebbero imitare l’affare Llorente, quindi inserimento a costo zero, con tanto di quadriennale da 2.5 milioni a stagione già pronto per essere siglato. La palla passa ora a Zuniga.
 
Capitolo Nainggolan. Il centrocampista belga di proprietà del Cagliari, inseguito vivacemente da Madama negli ultimi giorni, è un obiettivo che si collega proprio al discorso del terzino colombiano. Ragionamento chiaro, semplice e lineare. Se mi comprate Zuniga, potrei anche riportare Asamoah nel suo ruolo nativo. Se non riuscite a mettere le mani sul giocatore del Napoli, prendetemi direttamente il cagliaritano. Probabilmente dev’essere stata questa la richiesta, ma il mercato, non essendo una scienza esatta, non sempre può portare i frutti auspicati.
 
Un netto miglioramento, soprattutto per quanto concerne l’attacco, c’è stato. Sotto la Mole sono sbarcati pochi elementi, è vero, ma tutti di assoluto spessore.

I rapporti tra Conte e i suoi superiori, secondo quanto appreso da Goal Italia, continuano ad essere ottimi, nonostante, ed è giusto ribadirlo, il tecnico pugliese si aspettasse qualcos’altro dalla campagna acquisti estiva. Infine, non trovano conferme le indiscrezioni che vedrebbero nel leccese il possibile erede di Cesare Prandelli. La sensazione è che la Nazionale italiana dovrà spostare le proprie attenzioni su qualche altro profilo.

Segui Romeo Agresti su

Sullo stesso argomento