thumbnail Ciao,

ANALISI - Viaggio tra le cifre più significative della sessione estiva 2013. Magnati che vanno e magnati che vengono, si compra dopo aver ceduto. In Italia più di 1000 affari.

Cessioni eccellenti e arrivi illustri, sceicchi vecchi e petrolieri nuovi, milioni spesi in quantità da guinness. E' stata una sessione di calciomercato come tante, quella andata in archivio nella giornata di ieri in quasi tutto il mondo. O forse no. Rileggendo numeri e statistiche della campagna acquisti è possibile inquadrare nuove dinamiche più o meno consolidate, che vedono l'Italia protagonista ancora marginale sulla scena del mercato internazionale, ma apparentemente pronta a far sentire di nuovo la propria voce: vendere per comprare, la legge che abbiamo imparato prima di tutti, è diventata prassi anche all'estero. Senza dimenticare che non sempre vince chi spende di più...

LA TOP 15 DI SPESE E RICAVI NEL MONDO

SPESE   INCASSI 
Monaco 166M   Anzhi  136M
Real Madrid 165M   Tottenham 118M
Tottenham 122M   Real Madrid 114M
Manchester City 116M   Roma 105M
Paris SG 111M   Siviglia 90M
Napoli 85M   Atletico Madrid 78M
Chelsea 78M   Porto 75M
Barcellona 70M   Santos 70M
Dinamo Mosca 68M   Napoli 68M
Shakhtar Donetsk 67M   Shakhtar Donetsk 67M
Roma 66M   Borussia Dortmund 45M
Bayern Monaco 62M   Valencia 43M
Liverpool 58M   PSV Eindhoven 42M
Arsenal 51M   Bayern Monaco 41M
Borussia Dortmund 50M   Fiorentina 40M

Nella Top 15 delle più spendaccione di questa sessione, piazziamo due club: il Napoli e la Roma, entrambi esempi lampanti di quanto sia prima necessario incamerare cifre importanti per poter investire in modo massiccio. Gli azzurri hanno speso allegramente grazie alla clausola rescissoria di Cavani, la Lupa ha sacrificato più di un pezzo pregiato per arrivare ai vari Benatia, Strootman e Ljajic. Tendenza, dicevamo, non solo italiana.

E' curioso notare come due terzi del podio corrispondano tra spese e incassi. Il Tottenham e il Real Madrid, legate dall'affaire Bale, hanno seguito la stessa strategia, rivelandosi padroni del mercato in un intreccio singolare. E' forse la prima volta che le Merengues si mostrano così efficaci nel vendere, e non solo nel comprare a prezzi 'galactici'.

Singolare anche il nesso tra i due primati: da una parte il Monaco, nuova potenza del mercato grazie alla liquidità Dmitry Rybolovlev; dall'altra l'Anzhi, ex potenza già in declino costretta a smantellare buona parte dell'intelaiatura di lusso allestita nel corso delle ultime due stagioni da Sulejman Kerimov. Quasi un segno del destino: certi giocattoli, prima o poi, finiscono per rompersi.

I 15 TRASFERIMENTI PIU' RICCHI DELL'ESTATE 2013

Gareth Bale dal Tottenham al Real Madrid 100M
Edinson Cavani dal Napoli al Paris SG 64M
Radamel Falcao dall'Atletico Madrid al Monaco 60M
Neymar dal Santos al Barcellona 57M
Mesut Ozil dal Real Madrid all'Arsenal 50M
James Rodriguez dal Porto al Monaco 45M
Fernandinho dallo Shakhtar al Man City 40M
Willian dall'Anzhi al Chelsea 38M
Gonzalo Higuain dal Real Madrid al Napoli 37M
Mario Gotze dal Borussia Dortmund al Bayern 37M
Marouane Fellaini dall'Everton al Man Utd 32M
Marquinhos dalla Roma al Paris SG 31M
Erik Lamela dalla Roma al Tottenham 30M
Roberto Soldado dal Valencia al Tottenham 30M
Isco dal Malaga al Real Madrid 30M

Gareth Bale troneggia come previsto sulla classifica dei colpi più costosi di quest'estate. Tanto si è romanzato sulle reali cifre del suo affare, con il Real Madrid intento a smorzare i toni, secondo qualcuno, per non indispettire Cristiano Ronaldo, scippato dello scettro di calciatore più pagato della storia proprio dal suo nuovo compagno di squadra.

Nella top 15 è la Premier League a farla da padrone, con sei nomi tra i più pagati. Segue a ruota la Ligue 1 con quattro (grazie al consistente contributo di Paris Saint-Germain e Monaco), poi la Liga con tre. Germania e Italia si concedono un solo colpaccio a testa: è Higuain il 'portacolori' della Serie A, acquisto record per il nostro campionato dall'estate del 2001.

LA TOP 10 DI SPESE E RICAVI IN ITALIA

SPESE   INCASSI
Napoli 85M   Roma  105M
Roma 66M   Napoli 68M
Fiorentina 36M   Fiorentina 40M
Juventus 32M   Juventus
38M
Inter 31M   Udinese 26M
Milan 28M   Parma 18M
Lazio 19M   Milan
16M
Udinese 14M   Genoa
16M
Sassuolo 13M   Sampdoria 13M
Genoa 12M   Torino 13M

Napoli e Roma regine del mercato in Italia, dunque. E anche con un certo distacco, grazie alle ricche cessioni operate durante l'estate. Sommando quanto investito da loro si ottiene approssimativamente quanto speso insieme da Juventus, Inter, Milan, Lazio e Fiorentina.

Presenti le grandi storiche, anche se in affanno senza l'aiuto di sacrifici tecnici: la differenza, sostanzialmente, è tutta qui, nella strategia che si sceglie di seguire. Blindare i gioielli oppure cedere e poi divertirsi? Diverso è il caso del Sassuolo, che per il suo primo anno in Serie A si è voluto regalare una campagna acquisti da 13 milioni di euro. Non male per una neopromossa.

LA TOP 10 DI ARRIVI E PARTENZE IN ITALIA

ACQUISTI   CESSIONI (VERSO L'ESTERO)
Higuain al Napoli 37M   Cavani al Paris SG  64M
Strootman alla Roma 20M   Marquinhos al Paris SG 31M
Gomez alla Fiorentina 15M   Lamela al Tottenham
30M
Benatia alla Roma 13M   Jovetic al Man City
26M
Ogbonna alla Juventus 13M   Osvaldo al So'hampton 15M
Albiol al Napoli 12M   Boateng allo Schalke 04 10M
Matri al Milan 12M   Giaccherini al Sun'land
7M
Ljajic alla Roma 11M   Gomez al Metalist
7M
Callejon al Napoli 10M   Stekelenburg al Fulham 5M
Tevez alla Juventus 9M   Granqvist al Krasnodar 5M

Napoli e Roma dominano di riflesso anche la graduatoria degli acquisti più ricchi in italia. Nella Top 10, ben sei operazioni hanno visto come protagonisti azzurri o giallorossi. Spiccano anche i 15 milioni spesi dalla Fiorentina per Mario Gomez, mentre la Juventus è fiduciosa di aver centrato l'affare dell'anno con i soli nove milioni sborsati per Carlitos Tevez: rapporto qualità/prezzo alle stelle.

Sul fronte cessioni, quasi 100 milioni di euro hanno preso il volo verso Parigi, per l'ormai consueto contributo del Paris Saint-Germain al nostro calciomercato. Anche lo shopping dei club inglesi sta assumendo contorni importanti: non solo big come Manchester City e Tottenham, oggi anche Southampton e Sunderland arrivano carichi di contanti per far la spesa da noi.

IL RIEPILOGO DEI CINQUE CAMPIONATI TOP D'EUROPA

CAMPIONATO SPESE INCASSI OPERAZIONI
Bundesliga 263M 204M 251
Liga 380M 491M 307
Ligue 1 378M 229M 294
Premier League 755M 260M 381
Serie A 380M 392M 1032

In defintiiva, è la Premier League a confermarsi autorità assoluta in sede di mercato internazionale. Spesi, nel corso dell'estate, ben 755 milioni, più del doppio rispetto a qualunque altro campionato. Festeggiano guadagni astronomici, invece, i club spagnoli: quasi 500 milioni di ricavi, segno che anche da quelle parti la stretta della crisi si fa sentire sempre più forte.

E la Serie A? A pari merito con la Liga per investimenti, paghiamo dazio sul fronte degli incassi, nonostante quasi 400 milioni di introiti dalle varie cessioni. Su un campo, però, nessuno ci batte: il numero di operazioni complessivo di tutta la campagna acquisti, più di 1000. Più o meno tutti i trasferimenti andati in scena negli altri tornei principali.

Segno tangibile di come il calciomercato, qui da noi, sia molto più di una semplice opera di preparazione alla stagione calcistica: è passione, ossessione e mania...

NB: Fonte dati Transfermarkt, non considerati bonus legati a presenze, prestazioni, vittorie

Sullo stesso argomento