thumbnail Ciao,

Il Cska chiude definitivamente le porte per il giapponese, Galliani torna prepotentemente sull'ex Kakà. Possibile l'arrivo a zero euro, ma c'è il nodo ingaggio.

I goal della Serie A sul tuo smartphone, all'istante! Scopri GoalFlash

Serata amara quella di ieri per il Milan che, dopo aver ufficializzato la cessione di Boateng allo Schalke e l'acquisto di Matri dalla Juventus, sperava anche di chiudere positivamente la telenovela Honda. Netta però la chiusura su quel fronte arrivata da Mosca.

L'offerta rossonera, tre milioni più uno di bonus, viene infatti respinta per l'ennesima volta dal club russo. Prima il giapponese è regolarmente schierato tra i titolari nel match contro l'Amkar, poi la doccia gelata del Dg Babaev, che annuncia: "Non è cambiato nulla, Honda resta con noi". Infine il niet definitivo, che sancisce l'addio al giocatore da parte rossonera, ovviamente solo fino a gennaio.

Dopo l'addio di Boateng però il Milan ha assoluta necessità di coprire la casella del trequartista già nell'immediato, ecco tornare dunque di moda il nome dell'ex Kakà, mai dimenticato da Galliani. Ieri contatti avviati proprio tra il plenipotenziario del Diavolo e Florentino Perez, il Real dal canto suo sarebbe disponibile a lasciare partire il brasiliano a costo zero.

Ora toccherà al giocatore rinunciare a una parte sostanziosa del suo ingaggio (attualmente guadagna qualcosa come dieci milioni di euro netti all'anno) pur di coronare il suo sogno in rossonero. Sogno confermato ieri direttamente dalle parole del padre-agente: "E' difficile dire dove andrà Ricky ma non è un mistero che il suo desiderio sarebbe quello di tornare in Italia. Il mercato brasiliano è chiuso, e anche negli States attualmente non ci sono possibilità".

Proprio il signor Bosco Leite potrebbe rappresentare un ostacolo sulla strada della trattativa, il perchè è presto detto: se infatti Kakà restasse per due altri anni, come prevede l’attuale contratto, al Real Madrid potrebbe guadagnare venti milioni di euro netti, il Milan sarebbe disposto a spingersi fino a cinque. Cifra che il padre del giocatore ritiene ancora insufficiente.

Galliani starebbe per trovare l'escamotage giusto, ricorrendo all'aiuto americano. I Galaxy infatti potrebbero subentrare ai rossoneri nella primavera del 2014, quando ricomincerà la Mls, ingaggiando Kakà e versando così al ragazzo gli altri 2,5 milioni richiesti dal padre, disposto a rinunciare al 30% di quanto pattuito con i Blancos. Il Milan dal canto suo saluterebbe dopo pochi mesi Ricky, ma con le spalle ben coperte dall'arrivo di Honda, previsto per gennaio.

Nelle ultime ore, intanto, da Madrid rimbalzano anche voci che parlano di un'insoddisfazione di Mesut Ozil per l'ormai imminente arrivo di Bale. E si parla di un Milan pronto a fiutare l'affare, del resto lì stiamo parlando di un classe '88 non di un 31enne...

Sullo stesso argomento