thumbnail Ciao,

L'ad rossonero a ruota libera sugli affari in casa rossonera, dalla punta della Juventus a Ljajic-Roma ("Non ci sono rimasto male") e Honda: "Forse arriva, a gennaio... ".

I goal della Serie A sul tuo smartphone, all'istante! Scopri GoalFlash

Il mercato del Milan, complice preliminare di Champions e ultimi scampoli della finestra estiva, entra nella sua fase più calda e Adriano Galliani è in vena di 'curiose' rivelazioni che potrebbero di fatto spedire Alessandro Matri dalla Juventus alla corte di Allegri.

L'amministratore delegato rossonero, all'uscita dal ristorante 'Giannino', si è lasciato andare ad una dichiarazione che lascia spazio alle interpretazioni: "Io credo che Matri tiferà Milan perché è cresciuto nel nostro settore giovanile", questo il pensiero espresso da Galliani.

Il quale ha poi anche parlato del passaggio di Adem Ljajic, seguito a lungo dal club di via Turati, dalla Fiorentina alla Roma: "Non ci sono rimasto male - ha assicurato - Ci sono delle operazioni di mercato, ci sono delle offerte che possono essere accettate o meno. Io sono alla ventottesima estate di trattative".

Capitolo Honda, la cui 'telenovela' pare non voler giungere a conclusione: "Arriva, forse, chissà, magari a gennaio", ha spiegato Galliani senza sbottonarsi più di tanto. Quasi a lasciar intendere che la trattativa col Cska Mosca si conferma più irta del previsto.

Ma nel frattempo, c'è da conquistare una qualificazione ai gironi di Champions: "Mi auguro che la sfuriata di Allegri abbia toccato la squadra. ieri sera ho visto una squadra concentrata ma non mi piace fare pronostici. Saremo più di 50mila questa sera. Ogni volta che il Milan fa il playoff c'è sempre stata una grande risposta. Ricordo i precedenti con la Stella Rossa e lo Slovan Liberec, stavolta è diverso: c'è la musichetta della Champions, è già parte della competizione e non più un preliminare. Quando decidi di impostare la squadra sui ragazzi ci sono degli errori di gioventù, questa èla linea politica del Milan e di certo non cambierà. Aspettiamo e speriamo che maturino in fretta".

A sostenere la squadra, anche Silvio Berlusconi: "Il presidente dovrebbe essere a Milanello ma credo che stia pranzando con la squadra".

Sullo stesso argomento