thumbnail Ciao,

I soldi derivanti dalla imminente cessione di Bale al Real Madrid interamente investiti nel mercato in entrata: un'estate da 100 milioni di acquisti, l'ex Dg della Roma sugli scudi

I goal della Serie A sul tuo smartphone, all'istante! Scopri GoalFlash

Gareth Bale è ad un passo dal Real Madrid, ennesimo acquisto 'Galactico' del club di Florentino Perez, che per il razzente esterno mancino ormai diventato attaccante sborserà al Tottenham una cifra superiore ai 100 milioni di euro, comprensiva o meno del cartellino di Fabio Coentrao, che dalla Spagna vogliono inserire a tutti i costi nell'operazione per scontare una ventina di milioni dal prezzo.

La roboante trattativa per Bale, che nelle ultime settimane ha assunto i contorni della telenovela, ha messo un po' in ombra quella che a tutti gli effetti è stata finora una faraonica campagna acquisti da parte dei londinesi, che evidentemente - al di là delle sfuriate pubbliche - già da tempo avevano messo in cantiere la cessione del pezzo pesante.

Dal 6 luglio infatti il Tottenham ha acquistato Paulinho dal Corinthians per 19,2 milioni, Soldado dal Valencia per 29,3, Chadli dal Twente per 8 e Capoue dal Tolosa per poco più di 10: totale delle uscite appena superiore ai 100 milioni, a fronte di 21 di entrate, con un rosso di 79. Cifra che verrà ribaltata dall'operazione Bale, dando nuovo potere di acquisto ai londinesi.

Ecco dunque spiegate le ultime mosse degli 'Spurs', che stanno per chiudere per altri due colpi da novanta: dall'Anzhi è praticamente fatto il brasiliano Willian, che verrà pagato 34 milioni, mentre dalla Roma dovrebbe arrivare Erik Lamela, per una cifra simile.

Sabatini e Baldissoni sono volati a Londra proprio per questo scopo, e l'argentino dovrebbe a breve essere annunciato dal Tottenham, che a dire il vero aveva chiesto con insistenza Pjanic, bloccato tuttavia da Rudi Garcia con argomenti 'forti' nei confronti della propria dirigenza, del tipo "se me lo vendete...".

Per ironia della sorte, i due uomini mercato della Roma stanno trattando seduti al tavolo con un vecchio amico che conoscono benissimo, quel Franco Baldini dimessosi qualche mese fa dalla Lupa e che di fatto si è immolato come capro espiatorio del fallimento del 'progetto americano'.

Legge del contrappasso vuole che ora a Londra Baldini abbia formato un asse di ferro con l'ambiziosissimo Villas Boas e venga pubblicamente celebrato come "l'uomo che ha dato nuove energie al mercato del Tottenham, grazie alla sua esperienza internazionale e alle sue conoscenze"...

Sullo stesso argomento