thumbnail Ciao,

Gli azzurri hanno messo gli occhi sul centrale argentino, alternativo a Skrtel. Pronti altri due colpi, un mediano (occhio a Barry) ed una punta: oggi nuovo incontro per Martinez.

Il calciomercato del Napoli non si ferma. L'Emirates ha fatto capire a Benitez che manca ancora qualche pedina per completare la rosa. Chiare le richieste del tecnico spagnolo alla dirigenza: un difensore centrale, un terzino se parte Zuniga, un mediano ed una punta. Tre o quattro colpi, accompagnati da una serie di cessioni, per rendere più omogeneo l'organico.

Capitolo difesa: il preferito rimane Martin Skrtel, col Liverpool c'è già l'intesa per il prestito, ma spaventa l'ingaggio dello slovacco da 4 milioni a stagione. Del Porto, avversario di domenica scorsa, è piaciuto molto l'argentino Otamendi, che vanta però una clausola-monstre da 30 milioni di euro.

A proposito di Porto: il discorso per Jackson Martinez è congelato, ma non ancora chiuso. Il sì del colombiano, convinto con un quadriennale da 2,5 milioni, c'è da tempo, manca quello dei Dragoni, che non scendono sotto i 37 milioni.

Gli azzurri si sono spinti fino a 32, in giornata potrebbe esserci un nuovo incontro. Le alternative si chiamano Abel Hernandez, Alberto Gilardino, Pablo Daniel Osvaldo e Burak Yilmaz. Intriga soprattutto l'italoargentino, che ha molto mercato in Premier.

Sempre in entrata, può arrivare un nuovo terzino, in caso di addio di Zuniga: Bigon si è inserito nella corsa per Wallace, sul quale resta però favorita l'Inter. Altrimenti occhio alla candidatura del genoano Antonelli. In mediana, resta da chiarire il destino di Gargano, richiesto con insistenza dal Benfica: non è sicura al 100% la partenza del Mota, ma in caso di divorzio, accanto al 'solito' Gonalons, prende quota la pista che porta a Barry del City. Mascherano, pallino di Benitez, pare ormai destinato a rimanere un sogno.

Infine, il capitolo uscite. Fideleff è tornato in patria, al Tigre, si cerca ora una sistemazione per il connazionale Fernandez, mentre resta in bilico Gamberini, che piace al Bologna. Dossena, dopo l'esperienza di Liverpool, potrebbe tornare in Inghilterra, per Calaiò il Livorno deve guardarsi da Palermo e Chievo.

Sullo stesso argomento