thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Può riaprirsi il discorso con la Juventus per il cileno, a patto che i bianconeri abbassino le pretese. A centrocampo Taider non esclude Wellington.

Dettagli. Semplice questione di dettagli. L'Inter ormai ha in pugno Wallace, il terzino del Chelsea per cui tutto è nato da una telefonata qualche settimana fa, come vi abbiamo raccontato. Da interessamento a sondaggio, da sondaggio a trattativa fino all'affare in dirittura d'arrivo. Perché il Chelsea ha dato l'ok al prestito secco, l'Inter insiste per una promessa verbale nel ridiscutere l'accordo più avanti con una possibile clausola di riacquisto, per adesso non scritta. E' proprio attorno a questo dettaglio che stanno ruotando le ultime cose prima di arrivare alle strette di mano. Ma dopo la scottatura di Isla, questa volta, Branca e Ausilio si sentono abbastanza al sicuro.

Isla, ancora tu, a proposito... perché il mercato dell'Inter sulla fascia di destra potrebbe non fermarsi a Wallace. Qualora dovesse arrivare una proposta per cedere Jonathan, infatti, l'Inter allora avrebbe in mente di riaprire proprio il fronte Isla. Perché Wallace arriva a costi bassissimi e per il cileno il discorso può diventare nuovamente d'attualità: Mauricio sa che alla Juve lo spazio non è tanto, vorrebbe giocare di più e l'accordo con l'Inter lo ha sempre. Si è raffreddato l'affare, d'accordo, praticamente congelato. Ma se Jonathan dovesse andar via (non facile), allora un pensierino si potrebbe rifare. A patto che la Juventus abbassi le pretese, s'intende: un'altra condizione che complica un pensiero di mezza estate.

Fondamentali per il budget del mercato e per capire la concretezza di queste idee - che arrivano dalla mente di Walter Mazzarri - saranno due fattori: la spesa per il centrocampista e l'avvento di Erick Thohir in società. Con il magnate indonesiano non arriverebbero fenomeni di prima categoria, ma sicuramente l'Inter avrebbe più facilità a spendere. E quindi a realizzare anche acquisti di spessore.

Aspettando di capire quale, di che portata e su chi sarà l'investimento per il centrocampo. L'idea è proprio di non andare i 7/8 milioni di euro, così da avere ancora una parte di budget utilizzabile da metà agosto in poi. Proprio queste sono le condizioni proposte al Bologna per avere Saphir Taider, un nome che vi facemmo in giugno e tornato buono da qualche giorno. Perché a Mazzarri piace molto, può giocare da interno e non escluderebbe Wellington, che gioca in un ruolo diverso, ovvero davanti alla difesa.

La proposta che ha in mente Ausilio da presentare al Bologna è di 6-7 milioni più contropartite da scegliere in una lista di nomi, soprattutto giovani. L'appuntamento ufficiale ci sarà presto; prenderlo non sarà facile. Ma i costi per il centrocampo saranno determinanti per il resto del mercato. Aspettando Wallace, come anche Thohir. Per altri colpi che a questa nuova Inter sembrano servire presto. Prestissimo.

Segui Fabrizio Romano su

Sullo stesso argomento