thumbnail Ciao,

Il club russo, ceduto Vagner Love, chiede 5 milioni per lasciar partire il trequartista giapponese prima della scadenza del contratto. Galliani non ci sta e li considera 'troppi'.

Diventa sempre più ingarbugliata per il Milan la trattativa con il CSKA Mosca per provare a portare subito in Italia il trequartista giapponese Keisuke Honda. Il giocatore non ne può più del club russo e ha chiesto al presidente Evgeny Giner e al tecnico Leonid Sluckij  di cederlo alla società rossonera.

Il problema per Adriano Galliani è che il CSKA punta i piedi, e, soprattutto dopo la cessione del brasiliano Vagner Love, non intende privarsene prima di gennaio per meno di 5 milioni di euro.

I russi lo hanno ribadito al Milan, che ha portato la sua offerta a un massimo di 3 milioni, con un milione e mezzo gentilmente offerti dallo sponsor personali del giocatore. Oggi Fabrizio Del Vecchio, rappresentante del Milan in Russia, tornerà in Italia, ma da Via Turati continueranno a tenere i rapporti con il CSKA Mosca.

Galliani, dal canto suo, sembra non avere particolare fretta, e del resto ieri ha detto ai tifosi rossoneri di stare tranquilli perché "il regalo arriverà". Dalla Russia però la fumata nera sembra quanto mai vicina, ed ecco che allora i rossoneri virerebbero decisi su Ljajic.

Il talento serbo è infatti a un bivio con la Fiorentina: o rinnova o sarà ceduto, come ribadito più volte dalla società viola. Il problema per i rossoneri resterebbe comunque lo stesso: dove e in che modo reperire i fondi per chiudere l'operazione?

Di certo il tempo passa, le avversarie si rinforzano e i tifosi, che pure hanno sempre dimostrato il loro affetto alla squadra, iniziano a preoccuparsi, nonostante le rassicurazioni dell'a.d, e a interrogarsi. Sarà Ljajic il regalo di cui ha parlato Galliani, nel caso in cui l'arrivo immediato di Honda sfumasse?

Sullo stesso argomento