thumbnail Ciao,

Fatto il grande colpo con Higuain, i partenopei cercano ora di chiudere per l'attaccante colombiano del Porto. Per la difesa piace il ventunenne Indi del Feyenoord.

Se è vero che come afferma il famoso detto 'l'appetito vien mangiando', il Napoli sembra non aver alcuna intenzione di interrompere il suo spuntino sul tavolo del calciomercato.

Così, dopo aver piazzato il colpaccio Gonzalo Higuain, il club partenopeo prova ora a chiudere per un attaccante di scorta di grido. Il nome buono resta quello del colombiano del Porto Jackson Martinez.

Ieri a Dimaro il presidente Aurelio De Laurentiis e il direttore sportivo Riccardo Bigon hanno trovato l'accordo con il giocatore, rappresentato dall’agente per l’Europa Gerard Poschner, ex giocatore del Venezia, e domani un rappresentante del club azzurro proverà a piazzare l'affondo decisivo con un blitz in Portogallo durante il quale parlerà con presidente dei Dragoni.

Ora Martinez ha una clausola rescissoria da 40 milioni di euro. La società azzurra non è disposta a spendere una simile cifra dopo lo sforzo economico fatto per El Pipita, ma alzerà la propria offerta a 32 milioni di euro, sperando in uno sconticino. Al giocatore è stato invece offerto un quadriennale a 2 milioni di euro a stagione. L'impressione è che la trattativa abbia basi solide e alla fine possa chiudersi positivamente per il Napoli.

Ovviamente ci sarà da superare il tradizionalmente ostico fuoco di sbarramento del presidentissimo Pinto da Costa, uno che i suoi gioielli li fa pagare a peso d'oro. Dunque non sorprende che il numero uno del Porto abbia risposto così dalla Colombia - dove la squadra è in tournée - a chi nella notte italiana gli chiedeva conto dei rumors potentissimi che arrivavano dall'Italia: "E' falso che Jackson ha un accordo col Napoli, continuerà a giocare nel Porto e stiamo discutendo del rinnovo".

Gli azzurri non vogliono comunque farsi cogliere impreparati nel caso in cui però l'affare Martinez dovesse sfumare, e valutano le alternative per il ruolo di attaccante di scorta. In cima alle diverse soluzioni sembra esserci Alberto Gilardino, punta d'esperienza in uscita dal Genoa.

Da non scartare tuttavia nemmeno l'ipotesi Alessandro Matri, che la Juventus sarebbe disposta a cedere in presenza di un'offerta congrua al valore del giocatore. C'è anche, infine, la soluzione Demba Ba dal Chelsea.

Intanto Bigon e i suoi collaboratori continuano a lavorare anche per rinforzare gli altri reparti. Per il centrocampo sono stati riallacciati i rapporti con il Lione per Gonalons, mentre spunta un nome nuovo per la difesa: si tratta del giovane olandese del Feyenoord Martins Indi.

Per quanto concerne invece il calciomercato in uscita, con De Sanctis destinato alla Roma, sono da piazzare i vari Donadel, Mesto, Gargano e Fernandez, mentre non mancano le richieste per Emanuele Calaiò, che potrebbe partire dopo l'arrivo di un'altra punta.

Intanto il patron De Laurentiis gongola: in un periodo di grosse spese, infatti, la società azzurra ha ricevuto 6,8 milioni per la sua partecipazione all'ultima Coppa Uefa.

Sullo stesso argomento