thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - L'Inter vuole De Rossi e ha sondato il terreno per capire quale sia la volontà del giocatore e quanto la Roma lo ritenga davvero cedibile.

Radja Nainggolan costa come De Rossi. Sarà stato questo uno degli input che hanno spinto l'Inter a sondare senza mezzi termini con Daniele De Rossi. Per capirne la disponibilità, la reale voglia di cambiare aria e quanto davvero la Roma lo ritenga cedibile.

A questo ultimo interrogativo rispondono i procuratori: il centrocampista della Nazionale può e vuole muoversi dalla Capitale. Ma, a quanto trapela, preferirebbe l'estero o comunque il palcoscenico Champions League. Insomma, all'Inter serve un Thohir al massimo della forma (finanziaria) per poter pensare realmente a De Rossi, ma ciò non toglie che Mazzarri gradirebbe e metterebbe il romanista al centro del progetto come egli stesso gli ha comunicato.

Il problema vero è però che De Rossi, oltre ad aver parlato con Ancelotti per la soluzione Madrid (in partenza si dice vi siano sia Xabi Alonso che Modric) con un certo entusiasmo, è anche in contatto con Mourinho, tecnico che da sempre stravede per quello che un tempo veniva definito Capitan Futuro. La situazione è dunque fluida, ma l'Inter è costretta a una durissima terza fila e la sensazione è che il giocatore aspetti la mossa della sua attuale dirigenza prima di uscire allo scoperto: 5 milioni di ingaggio se li possono permettere in pochi, poco meno di 20 di cartellino fanno invece gola a parecchie big.

Assolutamente improbabile invece un inserimento del Milan che con la Roma preferisce parlare eventualmente di Osvaldo (vecchio pallino dei vertici rossoneri) ma solo a condizioni di saldo: eventualità ancora non presa in considerazione dalla Roma che pretende 15 milioni minimo per l'italo-argentino il quale considera chiusa da tempo la propria esperienza in giallorosso. Tant'è che arrivano Gonzalo Bueno e ancora un attaccante del quale sveleremo il nome nei primi giorni di agosto, visto che Sabatini per lui non ha fretta considerandolo di fatto già preso sulla parola.

Segui Luca Momblano su 

Sullo stesso argomento