thumbnail Ciao,

Il terzino svizzero spalanca le porte ai possibili nuovi arrivi e ammette: "Giocare come esterno nel 3-3-4 è molto faticoso, necessario il turnover. Futuro? Vedremo... ".

La Juventus cerca rinforzi sugli esterni, idea che piace anche a Stephan Lichtsteiner. Il terzino svizzero infatti si mette in prima fila nel chiedere a Marotta qualche innesto che consenta ai titolarissimi di poter tirare il fiato.

"Se si parla tanto di Zuniga o Kolarov è perchè serve il turnover. E' molto difficile giocare in questo ruolo. Magari non si vede, ma corri sempre e qualsiasi nuovo arrivo sarebbe il benvenuto'' - ha sottolineato Lichtsteiner, ieri in evidente debito d'ossigeno durante l'amichevole giocata contro la Rappresentativa della Valle d'Aosta.

Quindi Licht fissa gli obiettivi di squadra: "Vogliamo vincere il terzo Scudetto, ma sappiamo non sarà una passeggiata, tante squadre hanno comprato bene e hanno allenatori forti. In Europa poi ci sono tante squadre con qualità incredibile, noi anche l'abbiamo, ma servono ottime prestazioni, la Champions League è molto difficile".

Poi si passa al capitolo futuro: "Sono un giocatore della Juventus, ma devo capire le idee della società da qui a fine agosto. Qui mi sento bene, faccio parte di un progetto importante in una società importante. Io sono sicuro di restare, ho un contratto di altri 2 anni, non c'è altro da dire. Manchester City? Non so niente".

Infine il terzino si sofferma sul nuovo modulo provato da mister Conte, e ammette: "Il 3-3-4 è molto interessante per me, ma anche duro. Perché è difficile arrivare lì davanti poi tornare come quinto. E' difficile tornare in difesa dopo essere stati in attacco, è una cosa interessante ma dura. Abbiamo già giocato così, per me è sempre uguale, io sono pronto a fare quello che mi si chiede". A buon intenditore poche parole, Zuniga o Kolarov non fa differenza. Alla Juve serve un esterno di ricambio.

Sullo stesso argomento