thumbnail Ciao,

Robinho vicino al rinnovo, Boateng invendibile a quelle cifre. Potrebbe partire Niang. Intanto gli sponsor del nipponico aiuterebbero economicamente il Milan nella trattativa.

Galliani sta perdendo la pazienza. Non lo dà a vedere ma comincia a innervosirsi per un mercato ancora immobile se confrontanto con quello delle rivali, in primis la Juventus, poi Inter, Lazio, Fiorentina, Napoli. E se anche la Roma nelle ultime 48 ore ha piazzato colpacci come Maicon e Stroorman, è giunta l'ora di smuovere le acque anche a Milanello.

Il dilemma è sempre uno. Servono una o due cessioni per uno o due acquisti. Il tira e molla Robinho-Santos è ormai al capolinea e i rossoneri, per non perdere il brasiliano a zero la prossima estate, si cauteleranno proponendo un rinnovo all'agente del calciatore.

Boateng
è sul mercato da tempo ma nessuno si avvicina, vuoi per le ultime due stagioni a dir poco deludenti, vuoi per il prezzo (15 milioni) fissato a Galliani. Monaco prima e Galatasary poi hanno solo fatto un piccolissimo sondaggio nulla di più. E allora ecco che il sacrificato potrebbe essere il francese Niang, preso per 3 milioni solo la scorsa estate dal Caen, ora potrebbe essere ceduto, magari in prestito oneroso.

Che sia Niang o qualcun altro, al Milan servono soldi per sbloccare Honda, per intavolare la trattativa Ljajic e per provare ad acquistare un difensore centrale. Per il giapponese, ormai in pugno, la questione potrebbe essere sbloccata dai suoi sponsor personali. Le aziende, da McDonald's alla Mizuno, spingono per vedere Honda in Champions con la maglia rossonera e non con quella dei moscoviti del Cska.

Se infatti a settembre Honda dovesse far parte ancora della rosa russa, la fase a eliminazione diretta (qualora il Milan ne prendesse parte) la potrebbe vedere solo dalla tribuna. Cosa poco gradita agli sponsor che quindi sono pronti ad aiutare econimocamente il Milan fin da ora. Il Cska continua a chiedere 5 milioni. E nel frattempo il nipponico, è stato scoperto dai compagni di squadra a studiare le base della lingua italiana. Magari qualche telefonata-formativa con mister Zaccheroni potrebbe fare al caso suo.

Resta sempre vivo il discorso Ljajic anche se la Fiorentina cercherà in ogni modo di rinnovare il contratto, non certo alle condizioni del serbo però. Per la difesa infine, a dir poco dispendiose le trattative Ranocchia e Paletta. Ma Galliani, vecchia volpe del mercato, siamo certi che ci proverà lo stesso. Infine, nel caso del momento spiccano le dichiarazioni a dir poco minacciose di Constant: "Speravo il Milan mi riscattasse, invece sono ancora a metà del Genoa. Ma l’anno prossimo o divento rossonero al 100% o andrò via".

Sullo stesso argomento