thumbnail Ciao,

Il direttore sportivo del club russo ha confermato che il centrocampista giapponese partirà subito solo se i rossoneri faranno un'offerta superiore ai 2 milioni di euro.

Niente da fare per il Milan. Il Cska Mosca ha infatti confermato che il centrocampista giapponese partirà nella sessione di mercato estiva solamente nel momento in cui i rossoneri formuleranno un'offerta che verrà ritenuta sufficiente, cioè come minimo superiore ai 2 milioni di euro.

Ecco le dichiarazioni rilasciate dal direttore sportivo del club russo Roman Babaev: "Per due milioni di euro Honda non è assolutamente in vendita. Il giocatore andrà via solamente nel momento in cui verrà formulata da parte del Milan un'offerta che verrà ritenuta accettabile. Altrimenti il giocatore andrà via nel mese di gennaio".

Per l'ennesima volta il club moscovita ha lasciato intendere chiaramente che, nonostante la volontà del giocatore di raggiungere subito Milanello, non verranno fatti sconti ad Adriano Galliani e soci. Se si vorrà Honda anche per poterlo utilizzare in Champions League occorrerà sborsare una cifra adeguata al suo valore, che si aggira intorno ai 5 milioni di euro.

Non è da escludere però, secondo quanto riportato da Sky, che possano essere gli sponsor del giocatore a finanziare il suo arrivo a Milanello prima del prossimo inverno, perchè ingolositi dalle prospettive di guadagno dovute proprio all'arrivo di Honda nella serie A italiana.

Come oramai noto il contratto di Honda con il Cska Mosca scadrà nel dicembre del 2013. Il nipponico nei giorni scorsi ha già trovato l'accordo economico con il Milan sulla base di un contratto quadriennale che prevede un ingaggio di 2,5 milioni di euro a stagione.




Sullo stesso argomento