thumbnail Ciao,

L'ad rossonero gioca su più tavoli. Il Santos è atteso a Milano per chiudere con Binho. Honda e Ljajic possono arrivare subito. E per convincere Moratti si gioca la carta Boa.

Traffico aereo su Milano e Mosca. Il Milan e i suoi emissari sono pronti a chiudere un colpo in uscita e uno in entrata per sbloccare un mercato che comincia a farsi stagnate visto il solo ingaggio di Andrea Poli. In agenda, Adriano Galliani ha i soliti nomi che si incastrano come tessere di un puzzle, l'una nell'altra. Vendere Robinho e portare a Milanello Honda e Ljajic.

Per quanto riguarda il brasiliano qualcosa si muove. Spaventati da un possibile rinnovo fino al 2015 con il club rossonero (che quindi alzerebbe ulteriormente il costo del cartellino dell'ex Real Madrid) gli emissari del Santos sono pronti a sbarcare in Italia per trovare il duplice accordo con Milan e giocatore. L'impressione è che in un modo o nell'altro, il Peixe potrebbe riuscire a prenotare un volo di ritorno con la firma del fantasista.

Posticipato a settimana prossima invece la trasferta di Galliani in Russia per il giapponese Honda. A preparare la strada però ci penseranno Bronzetti e il procuratore del nipponico che nei prossimi giorni incontreranno i vertici del Cska per forzare la mano ad una cessione prima della naturale scadenza di dicembre. Contemporaneamente il club rossonero sta lavorando su Ljajic che potrebbe lasciare Firenze visto l'imminente arrivo al Franchi di Ilicic.

Intanto, sotto traccia si cerca la strada giusta per convicere l'Inter a vendere Andrea Ranocchia, valutato dal club nerazzurro 15 milioni. Oltre al solito scambio con Nocerino più soldi, secondo il quotidiano torinese 'Tuttosport' Galliani avrebbe in mente la pazza idea dello scambio alla pari con Boateng. Ma non sarà semplice convincere Moratti.

Capitolo esuberi: c'è da sfoltire una rosa troppo ampia con cui Allegri farebbe fatica a lavorare. Quindi pronte le valigie per i vari Antonini (Monaco), Zaccardo (possibile ritorno al Parma), Taiwo (Bursaspor) e Didac Vilà (Betis Siviglia). Potrebbe invece rimanere ancora per un anno e andare a scadenza di contratto Marco Amelia. Il Milan lo sta però spingendo a spallate fuori da Milanello, visto che Gabriel pare essersi preso il posto di secondo di Abbiati. Amelia accetterà di fare il terzo portiere?

Sullo stesso argomento