thumbnail Ciao,

I bianconeri, dopo aver piazzato tre grandi colpi in entrata, devono necessariamente vendere prima di rifinire la rosa. Sul piede di partenza una decina di elementi.

Dopo aver spadroneggiato sul mercato la Juventus batte in ritirata, in attesa di fare cassa. La cessione di Giaccherini, che porterà a Torino otto milioni di euro, più due di bonus, infatti non basterà a ripianare il bilancio bianconero. Ecco che allora diventa assolutamente prioritario piazzare gli esuberi.

Da Melo a Ziegler, da Motta a De Ceglie, passando per i vari Matri, Quagliarella e Marrone. Finora, tra acquisti e riscatti, dalle casse di corso Galileo Ferraris, è uscita una cifra di poco superiore ai trentacinque milioni. Cifra che, in grossa parte, dovrà necessariamente rientrare già in questa sessione di mercato, alla fine della quale il passivo non dovrà per nessuna ragione superare i cinque milioni di euro.

La priorità dunque è vendere, soprattutto in attacco. Sul piede di partenza ci sono Matri e Quagliarella, che piacciono in Inghilterra, e difficili da piazzare nel nostro campionato a causa degli ingaggi decisamente fuori portata per squadre non big.

Marotta valuterebbe con attenzione anche eventuali importanti offerte per Vucinic e Giovinco. A partire davanti alla fine saranno in due, quindi la Juve si butterà sul mercato alla ricerca di un giovane che possa completare un reparto in cui gli unici intoccabili restano i nuovi arrivati, Tevez e Llorente.

Altri soldi freschi per Madama sono in arrivo dalla cessione della metà di Isla all'Inter.  Ad un passo anche il ritorno di Melo al Galatasaray, con i turchi che chiuderanno la trattativa mettendo sul piatto cinque milioni di euro. Stessa cifra che Marotta spera di incassare dalla doppia cessione di Ziegler e Motta. Senza dimenticare De Ceglie. L'esterno valdostano piace a tanti, ma l'ingaggio da 1,5 milioni frena molte squadre. In attesa di conoscere il proprio futuro c'è anche Marrone, per lui si parla di rinnovo. Ma una partenza in prestito o comproprietà resta possibile.

Sullo stesso argomento