thumbnail Ciao,

Ore 9,50 Trigoria: arriva Osvaldo in leggero anticipo sull'orario degli allenamenti. Niente City almeno per ora per il bomber. Tifosi espongono striscione contro il nuovo logo.

Jhonny Depp a Trigoria? No no è proprio Daniel Osvaldo. L'eccentrico e quanto mai contestato attaccante italo-argentino si è presentato al centro di allenamento della Roma, dove, assieme Alessandro Florenzi, sta svolgendo la primissima seduta dell'era Rudi Garcia, cominciata lunedì.

Al terzo giorno di preparazione ecco quindi spuntare il 'Batistua de noantri'. C'è chi lo dava già al Manchester City ma evidentemente il viaggio inglese del ds Walter Sabatini non ha portato i frutti sperati. Roma e Osvaldo sono ormai dei separati in casa ma i 15 milioni richiesti dalla società giallorossa stanno spiazzando un pò tutti. Non si discutono le doti tecniche del calciatore, ma quelle caratteriali sì.

Il gesto di presentarsi al ritiro apre però delle nuove possiibilità. E' l'anno del Mundial, e Osvaldo, dopo il 'due di picche' da Cesare Prandelli per la Confederations Cup sa di non aver più margine d'errore. Rimanere a giocare a Roma gli darebbe sicuramente più chance per un'eventuale convocazione visto la penuria di punte di peso in azzurro.

Intanto, se dentro i cancelli di Trigoria si cerca di lavorare con i tappi nelle orecchie per non ascoltare le polemiche del mondo esterno, la tifoseria ci mette un altro carico da novanta. Dopo gli insulti di lunedì ecco un nuovo striscone di protesta, stavolta rivolto alle scelte del presidente James Pallotta: "La nostra storia non ha prezzo...per il nuovo logo massimo disprezzo".

Sullo stesso argomento