thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Galliani lavora sotto traccia sul fronte difesa, l'idea più calda è quella che porta all'argentino del Parma. Contratto fino al 2017, ma il Diavolo ci prova.

Resiste il mercato difensivo in casa Milan mentre il grosso delle chiacchiere si dedica ai casi Robinho e Boateng. Dagli irraggiungibili (Vidic che è pure infortunato vittima di una strana sciatalgia, Sakho, lo stesso Ranocchia) ai poco credibili (Lugano, Toloi, Chiriches) fino a quelli effettivamente valutati (Coates, Munoz, Danilo).

Spunta però nel frattempo il nome che risponde ai vari requisiti fissati dai summit con Allegri, oltre al costo teoricamente contenuto: si tratta di Gabriel Alejandro Paletta, argentino di 1 metro e 90 che il pubblico italiano ha imparato a conoscere per i suoi anni (sempre in crescita) a Parma. Proprio in queste ore il suo agente è a Milano per trattare con i rossoneri e un club tedesco dopo che il Napoli pare essersi defilato.

Stiamo parlando di un centrale puro che gioca in tutte le posizioni centrali senza pagare dazio: esperienza in Serie A (grandissima promessa da giovane), ancora affamato e buon alter-ego di Mexes. A prezzo modico visto che Paletta vanta un contratto con i ducali che andrà in scadenza 2017, ma con i procuratori che hanno in mano una carta che lo rende alla portata di una big senza scontri con la societa di appartenenza (una sorta di falsa clausola? Gentlemen agreement?). Insomma, la strategia del Milan non è dissimile da quella adottata per Ljaijc, con la differenza che i rapporti con il Parma sono a dir poco fluidi.

Un pensiero che quindi stuzzica la dirigenza che renderà conto a un Berlusconi sempre ottimista, magari dedicando circa 5 milioni per un pezzo magari non appariscente ma che può solidificare una difesa che ha sofferto il lancio non riuscito di Acerbi ritrovando però allo stesso rempo un Zapata tornato ai livello di Udine.

Si spiffera di un triennale per Paletta, ma l'ultima parola spetta a Leonardi che potrebbe anche proporre al giocatore un ritocco al contratto con il Parma prima di prendere la decisione finale.

Segui Luca Momblano su 

Sullo stesso argomento