thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - I felsinei non vogliono Motta, offerto dai bianconeri insieme a Sorensen: si pensa a nuove pedine da poter utilizzare per abbattere il costo del cartellino di Alino...

Ore concitate in casa Juventus. I bianconeri, in attesa di definire la vicenda Giaccherini, con le sirene d'Oltremanica sempre più pressanti, ritornano a lavorare sulla pista Diamanti. Con il Bologna un primo contatto c'era già stato lo scorso maggio, ma l'alta valutazione felsinea, ovvero 10 milioni, aveva stoppato sul nascere qualsiasi sviluppo. Complice anche un rapporto tra dirigenze non propriamente idilliaco causato dalla gestione di Manolo Gabbiadini.

Nelle ultime ore, però, Marotta e Paratici questa opzione l'hanno nuovamente sondata. In Piemonte continuano a ritenere che la richiesta bolognese sia estremamente cospicua, ma attraverso l'inserimento di alcune contropartite tecniche il tutto potrebbe essere sviluppato sotto altri parametri.

Nel capoluogo piemontese, a testimonianza di questa strategia, vorrebbero inserire nel pacchetto alcuni giocatori che non rientrano nei progetti di Conte. Uno su tutti, e la maglia emiliana l'ha vestita proprio nell'ultima stagione, è Marco Motta.

I piemontesi, infatti, in un primo momento avevano messo sul piatto il cartellino del terzino lombardo, la propria metà di Sorensen e un conguaglio di 4 milioni. Proposta ritenuta troppo bassa da Zanzi e soci, i quali vorrebbero un maggiore indennizzo economico e, soprattutto, per il momento bocciano l'idea di un possibile rientro dell'ex, tra le altre squadre, di Roma e Catania.

Alino, così soprannominato dai suoi sostenitori, sposerebbe nel migliore dei modi le situazioni offensive attuate dal tecnico salentino. Il mister campione d'Italia si appresta, anche grazie al rientro di Pepe, a rivalutare l'ipotesi di una fase offensiva costituita da tre interpreti. Percorso tattico che potrebbe esaltare le caratteristiche di un Diamanti ormai prossimo a spiccare definitivamente il volo.

Conte, dal canto suo, il placet all'innesto del toscano lo ha già dato da tempo. Ora, ed è questo il nodo della questione, bisognerà capire se la Juventus vorrà andare incontro alle richieste bolognesi; magari studiando anche nuove figure, vedi qualche talento in erba, da inserire nell'operazione. Attese novità a breve.

Segui Romeo Agresti su

Sullo stesso argomento