thumbnail Ciao,

Con Llorente e Tevez fatti manca solo lo sprint per Ogbonna. E poi Marotta dovrà vendere il vendibile per arrivare ai 30 milioni chiesti dai Della Valle per Jovetic. C'è tempo.

Chi ben comincia è a metà dell'opera. In casa Juventus hanno fatto tutto con grande calma e ora dopo Llorente a gennaio, Tevez a giugno e Ogbonna sempre ad un passo, la dirigenza bianconera ha poco meno di due mesi (il mercato chiude alle 23 del 2 settembre) per un ultimo super colpo che faccia letteralmente impazzire la piazza. Con la mediana già perfetta così com'è, l'obiettivo è sempre uno;: Stevan Jovetic.

Nelle prossime otto settimane Radamani, Paratici, Marottta e lo stesso fantasista montenegrino dovranno riuscire a vincere la difficile guerra psicologica per mandare al tappeto la resistenza dei Della Valle che di vendere il loro gioiello ai nemici di sempre, proprio non ne vogliono sapere. Ma JoJo vuole solo la Juventus e allora ecco che una tattica dispendiosa ma sicuramente più efficcace: 30 milioni cash e non se ne parla più.

Si ma dove tirarli fuori? Presto detto. Madama ha mezza squadra di esuberi, fra cui spiccano calciatori da oltre 10 milioni di valutazione. Lo sono ad esempio Alessandro Matri e Mirko Vucinic. Il primo (vendibile per circa 13-15 milioni) è sempre corteggiato dal Milan, il secondo (siamo sui 18-20 milioni) potrebbe lasciare la A per la Russia (Zenit o Cska) o rimanerci ma passare al Napoli in un clamoroso scambio con Zuniga.

Oltre i 10 milioni di valutazione anche Giovinco e Quagliarella. Ma se il primo, per le sue caratteristiche resta sempre un giocatore unico e molto stimato da Conte, il secondo vuole trovare un lido in cui esprimersi con più regolarità. Se i rapporti con i viola non fossero così logori, Firenze sarebbe la soluzione ideale, così come per Marrone per cui Montela stravede.

Altro contante dovrebbe arrivare con le cessioni di Isla (l'Inter tratta per 5-6 milioni per la metà juventina), Melo (6 milioni, si attende un nuovo corteggiamente del Galatasary) e Ziegler (anche su di lui squadre turche e tedesche) senza dimenticare Lichtsteiner. C'è poi la scuderia dei giovani, con Boakye, Immobile, Gabbiadini e Sorensen. Mezza squadra per un solo calciatore. Ma che calciatore... Stevan Jovetic. Firenze bolle!

Sullo stesso argomento