thumbnail Ciao,

Almeno uno tra Ibrahimovic e Lavezzi farà le valigie in seguito all'arrivo di Edinson Cavani: il mercato del PSG si anima anche in uscita...

Edinson Cavani al PSG sarà il colpo dell’estate 2013, la risposta adeguata all’acquisto monegasco di Radamel Falcao. L’uruguaiano a Parigi potrebbe andare a comporre con Zlatan Ibrahimovic una delle coppie più forti del panorama europeo. Una prospettiva che farebbe felice chiunque, meno che – evidentemente – lo svedese, alle prese con il solito mal di pancia manifestato per bocca di Mino Raiola.

La presenza di Lucas, impone un modulo arioso, adatto alle caratteristiche dell’esterno brasiliano, quindi uno fra Ibra e Cavani sarà costretto a migrare sulla fascia in caso di 433. Entrambi avrebbero le caratteristiche giuste per partire all’ala ed essere comunque determinanti in zona-gol, ma qui non si sta parlando di adattabilità. Si sta parlando di gerarchie, di equilibri molto sottili. Il punto determinante è il seguente: attorno a chi ruoterà l’attacco del PSG? L’arrivo di Robin Van Persie al Manchester United ha oscurato e messo in crisi Wayne Rooney, che – intristito – ha addirittura pensato di andarsene. Lo stesso potrebbe accadere sotto la Torre Eiffel.

Ibra via dal Paris Saint Germain? Io credo che invece con Cavani faranno una grande coppia.

- Mino Raiola

Ecco perché Ibra potrebbe fare di nuovo le valigie. Le squadre in grado di permettersi il suo stipendio sono però pochissime, sostanzialmente tre: Real, Chelsea e City. In tutti e tre i casi, sarà determinante il giudizio dei tecnici. A Carlo Ancelotti piace, ma i blancos sembrano indirizzati verso altri lidi (Suarez), mentre Manuel Pellegrini pare non lo abbia indicato tra le priorità, anche se un colpo di coda è possibile. Al momento, l’ipotesi che trova qualche timida conferma è la pista londinese. Josè Mourinho lo stima e lo vorrebbe, ma prima dovrebbe parcheggiare Fernando Torres, che non ha grande mercato. Insomma, è uno scenario da tenere sotto controllo.

Non è facile dimenticare Napoli, una città dove sono stato per 5 anni. Cavani? Con lui non parlo da tempo...

- Ezequiel Lavezzi

Occhio anche al futuro di Ezequiel Lavezzi. L’argentino si era espresso abbastanza chiaramente sull’ex compagno di squadra Cavani: “Con lui non parlo da tempo”, aveva spiegato il Pocho alla Gazzetta dello Sport. I due a Napoli non si sopportavano più e i compagni si erano schierati con il Matador. Ora che è arrivato a Parigi la convivenza appare difficile. In più, lo spazio limitato in attacco potrebbe spingere Lavezzi a partire. L’Italia gli è rimasta nel cuore, Milano sarebbe una destinazione più che gradita (come ha già frequentemente ribadito). Mazzarri lo ha reso grande, ma ora deve puntare su altre due seconde punte (Palacio e Icardi), quindi l’Inter non sembra particolarmente interessata.

Il Milan, in effetti, cerca un giocatore con le sue caratteristiche, Allegri lo accoglierebbe a braccia aperte, Berlusconi lo aveva incensato pubblicamente qualche stagione fa, ma il costo elevato di cartellino e ingaggio scoraggiano Galliani già proiettato su altri fronti: ma i radar delle italiane restano proiettati su Parigi...

Segui Matteo Ronchetti su

Sullo stesso argomento