thumbnail Ciao,

Le risposte più significative di un'ora di Botta&Risposta sul calciomercato della Juventus: Romeo Agresti si è soffermato sulle prossime mosse dei bianconeri....

E' la regina del mercato, ma non intende ancora fermarsi: nel Botta&Risposta con i lettori, il nostro Romeo Agresti ha fatto il punto sulle manovre della Juventus, che dopo Tevez e Llorente è ad un passo anche dall'acquisto di Ogbonna. Ecco sintetizzate le fasi salienti della Chat:

RIVIVI IL BOTTA&RISPOSTA INTEGRALE SUL MERCATO DELLA JUVENTUS - CLICCA QUI

Si parte con il quesito tattico di TomTimberwolf: "I 4 big del centrocampo della Juve, tutti confermati (e quindi inevitabile modulo 4-1-3-2, senza ali) per la prossima stagione?"
RA: Credo che questa soluzione tattica sia una possibilità, così come il 3-5-2 e vari. La Juventus i propri big non vuole cederli, vedi i rifiuti per Pogba e Vidal con il Real Madrid. Parliamo di un reparto tra i più competitivi d'Europa. Certezze assolute che nell'ultimo biennio hanno fatto fare il salto di qualità a questa squadra. Per basarti sulle ali dovresti fare grandi investimenti. E in questa sessione ritengo che la Juventus si sia maggiormente concentrata a ricostruire il reparto offensivo.

Antonio Pogba Russi non si accontenta di Tevez e Llorente: "Una volta piazzate le cessioni di due attaccanti tra Quagliarella, Matri e Vucinic... se non dovesse arrivare Jovetic quale colpo Conte chiederà come ultimo attaccante?? Chi fra Sanchez, Lewandowski e Osvaldo ha più chance di vestire la maglia bianconera???"
RA:
Sanchez è stato seguito nei scorsi mesi, ma non sembrerebbe essere più una pista in auge. Le altre ipotesi non trovano riscontri. Innanzitutto, come facevi giustamente notare, la Juventus concentrarsi principalmente in uscita. Conte vuole lavorare con 5 attaccanti e, al momento, ce ne sono 6 costituiti dall'ultimo doppio arrivo (Tevez-Llorente). La pista Jovetic sicuramente non è facile, ma è un altro nome fatto proprio da Conte. Ieri Marotta ha mandato letteralmente delle bordate al club gigliato. Vedremo se su questo fronte qualcosa si sbloccherà in tempi rapidi.

Vincenzo Martino mette la freccia a destra: "Volevo sapere se la faccenda Zuniga è destinata a sbloccarsi (in favore della Juventus) o se De Laurentis piuttosto di cederlo in questa sessione, preferisce perderlo a zero tra un anno, come successo a Campagnaro".
RA:
E' una vicenda complicata. La Juventus, a cifre umane, comprerebbe oggi stesso Zuniga. Ma De Laurentiis non ne vuole sapere. Trattare con un club competitor non rientra nei piani del proprietario azzurro. E ovviamente questo discorso blocca sul nascere qualsiasi fantasia. E' verosimile pensare, invece, che qualora il colombiano non dovesse trovare l'accordo contrattuale con il Napoli, possa la prossima stagione trasferirsi a Torino gratuitamente proprio com'è accaduto per Campagnaro con l'Inter.

Alan Arrigoni con una raffica di domande. Puntiamo su un nome caldo: "Per Ogbonna Torino e Juve hanno trovato l'accordo?"
RA: La Juventus ha passato la mattinata odierna negli uffici di Cairo per sbloccare una situazione ormai giunta al capolinea. In termini complessivi l'accordo è stato trovato da diverse settimane, così come c'è totale intesa sulla contropartita tecnica che verrà inserita (Ciro Immobile). L'ultimo tassello è quello riguardante la doppia operazione tra Torino e Genoa che porterà e Bovo e Immobile (ovviamente il 50% in possesso dei liguri) alla corte di Ventura. Dopodiché gli annunci. Ma Ogbonna sarà il terzo rinforzo estivo del mercato zebrato.

Gabriele Zini si allaccia proprio all'ultima risposta: "In che ottica potrebbe essere fatto l'acquisto Kolarov, che chiede di giocare titolare a Manchester, se alla Juve Asamoah è titolarissimo?"
RA: Innanzitutto Kolarov in questo momento per  la Juventus non sarebbe tessaribile in quanto le "slot" per gli extracomunitari sono tutte occupate. Evidentemente, ma questa è una mia personalissima chiave di lettura,  è plausibile pensare che Asamoah possa giocare anche nel suo ruolo nativo, ovvero quello di mezzo-sinistro. A Conte interessa avere tanti giocatori di spessore e duttili, in quest'ottica dobbiamo leggere alcune strategie.

Enzo Giovanni riporta in auge un nome finito nel dimenticatoio: "Salve Romeo, E sempre viva l'ipotesi Ibrahimović magari come un colpo del ultimo minuto?"
RA: Su Ibrahimovic la Juventus un pensierino l'aveva fatto tra marzo e aprile. Stiamo parlando di un campione che qualsiasi allenatore vorrebbe allenatre. Conte in primis. Ma qui c'è in ballo un discorso di ingaggio assai oneroso, di un cartellino che comunque recita ancora un triennale con lo svedese, e di una società, appunto, Madama, non intenzionata a fare un'operazione simile. Soprattutto dopo aver fatto già uno sforzo, soprattutto in termini di ingaggio, con Tevez. Certo, nel mercato ogni scenario non va escluso, ma un clamoroso ritorno in questo momento è da escludere.

piraflappy riapre il capitolo Jovetic: "gabbiadini quindi alla fiorentina x jovetic non andrebbe?"
RA: Gabbiadini vuole e deve giocare. Il suo procuratore, Silvio Pagliari, ritiene che la Sampdoria sia la migliro soluzione, soprattutto dopo la cessione di Icardi. I blucerchiati sono in pole e proprio in queste ore a Milano inconteranno la Juventus per definire la faccenda. Sul piatto c'è anche Zaza, prossimo a passare nelle fila juventine e che con grande probabilità si traferirà al Sassuolo in prestito.

Sullo stesso argomento