thumbnail Ciao,

Ieri pomeriggio lunga chiaccherata tra le parti, al termine ecco il comunicato che conferma la prosecuzione del rapporto. Soddisfatto il giocatore: "Mai avuti dubbi".

Metti una sera con Adriano Galliani. Ieri, intorno alle 18, si è svolto il tanto atteso colloquio chiarificatore tra l'amministratore delegato del Milan e Stephan El Shaarawy, colloquio al termine del quale la società rossonera ha ufficialmente tolto dal mercato il giocatore tramite un comunicato apparso sul sito del club.

L'incontro non si è svolto all'interno della sede di via Turati, forse anche per depistare i tanti giornalisti presenti sul posto, ma in un luogo segreto. Presenti l'attaccante, suo padre e Galliani, appunto. Non c'era invece il procuratore del ragazzo, a ennesima dimostrazione di come non si sia mai effettivamente palesata l'ipotesi di una cessione del Faraone.

Il giocatore dal canto suo ha anzi ribadito al plenipotenziario del Diavolo la propria assoluta fedeltà alla causa, mostrandosi pronto ad assecondare i desiderata tattici di mister Allegri. Il Milan infatti dalla prossima stagione abbandonerà il modulo a tre punte, puntando sul 4-3-1-2. Stephan si è detto disposto a svolgere il ruolo di seconda punta al fianco dell'amico Balotelli.
La volontà del Faraone d'altronde è sempre stata chiara, per lui c'è solo il Milan. Galliani se ne è mostrato ben felice, chiedendo però al ragazzo un maggior impegno, e confermando come la società si attenda da lui una crescita esponenziale sotto il profilo calcistico e della personalità.

El Shaarawy, dopo l'impegno di Confederations Cup, partirà ora più sereno per le vacanze in compagnia della fidanzata Ester. Grande la soddisfazione per l'intesa raggiunta con Galliani, espressa tramite un tweet: "Mai avuto dubbi... sempre e solo forza Milan".

A conferma del suo grande amore per il rossonero c'è infine da registrare il secco niet opposto da El Shaarawy all'Anzhi, club russo che avrebbe fatto ponti d'oro per portare il Faraone nel campionato russo, garantendogli un ingaggio da 7,5 milioni netti a stagione. "No, grazie" - la risposta di un El Shaarawy ormai legato a doppio filo al mondo Milan. Il presente è rossonero, il futuro anche.

Sullo stesso argomento