thumbnail Ciao,

I bianconeri assistono all'assalto del Real per il montenegrino e non sembrano volere o poter pareggiare la richiesta tutta cash della società viola. A meno che ieri Conte...

La Juventus celebra il 'Llorente-Day' e si gode la nuova coppia d'attacco formata dal bomber basco assieme all'Apache Tevez. Di Stevan Jovetic, per il momento, neanche l'ombra: tutto fermo sul fronte del montenegrino della Fiorentina, che tuttavia resta saldamente in cima alla lista di Antonio Conte come terzo rinforzo per ridisegnare completamente l'attacco bianconero.

Il tecnico leccese continua a pressare Beppe Marotta e secondo alcune voci avrebbe approfittato del matrimonio di Mirko Vucinic, celebrato ieri nella sua Puglia, per aspettare il calar della sera e avvicinare - lontano da occhi indiscreti - proprio JoJo, allo scopo di invitarlo ancora a pressare per approdare alla Juve.

Detto che tuttavia nessuno ha visto nè Conte nè Jovetic, almeno in chiesa (ma dopo c'era il rinfresco alla Masseria Traetta...), su qualcos'altro invece sembrano esserci più certezze, ovvero il viaggio di Fali Ramadani a Madrid, per sondare la reale fattibilità di spedire Jovetic al Real, dove Carlo Ancelotti lo ha messo in cima alle sue preferenze.

Le 'Merengues' sono disposte ad arrivare a 22 milioni cash, e non è detto che i Della Valle non decidano di fare uno sconticino a chiunque sulla faccia della terra non abbia la gobba... Ma la grossa novità proveniente dal blitz spagnolo dell'agente del montenegrino è che avrebbe approfittato della gita anche per andare a parlare con l'Atletico Madrid, proponendo anche a loro Jojo ma soprattutto sondando il campo per una possibile cessione di Adem Ljajic.

Del talentino serbo in questi giorni si parla di meno, ma la sua situazione - alla luce del contratto in scadenza nella prossima estate - è non meno spinosa per Pradè e Macia, tenendo appunto conto proprio del fatto che il suo procuratore è lo stesso di Jovetic, e quindi è bene non andare alla rottura totale con Ramadani.

La chiacchierata con i 'Colchoneros' avrebbe partorito l'idea di proporre alla Fiorentina un'offerta di 10 milioni per Ljajic (nessun interesse invece per Jovetic), ovvero una cifra considerata congrua - a quanto trapela - dalla dirigenza viola, proprio tenendo in considerazione la questione contrattuale. Ed anche nel caso di Ljajic c'è una squadra italiana che rischia di vedersi superata dal superiore potere di acquisto dei competitors stranieri, ovvero il Milan, che da tempo aveva messo gli occhi sul talento serbo...

Sullo stesso argomento