thumbnail Ciao,

Domani il procuratore del numero 92 rossonero incontrerà l'amministratore delegato per discutere il futuro del Faraone. Al momento però, non sono arrivate offerte.

La delicatissima questione riguardante il futuro di Stephan El Shaarawy tiene banco in casa Milan. Domani avrà luogo l'attesissimo incontro tra il 'Faraone' e l'amministratore Adriano Galliani, che chiarirà la situazione al giovane gioiello rossonero.

Come riportato sulle colonne della 'Gazzetta dello Sport', il procuratore Roberto La Florio parlerà con il dirigente del 'Diavolo', proprio dopo che la stessa dirigenza milanista aveva aperto ad una cessione a fronte di un'offerta vantaggiosa.

Ma è proprio questo il punto che gioca a favore del giocatore, che vuole restare a tutti i costi a Milano: offerte al momento non se ne sono proprio viste, tantomeno quei chiacchierati 40 milioni che lo stesso Galliani sperava di ricavare con la cessione. Oltretutto le valutazioni sul mercato europeo si sono abbassate, basta pensare ad Isco, acquistato dal Real Madrid per non più di 25 milioni di euro.

Nel match contro l'Uruguay El Shaarawy ha dato segnali positivi, realizzando anche l'importante rigore nella lotteria finale. Siamo ancora lontani dal 'Faraone' straripante della prima metà di stagione, ma lo spirito sembra essere quello giusto. Il giocatore manifesterà ancora una volta la volontà di rimanere in rossonero, ma se Galliani e l'allenatore metteranno un muro davanti, si cercheranno altre soluzioni.

Se il numero 92 dovesse rimanere, Allegri dovrebbe inventarsi qualcosa dal punto di vista tattico: inserirlo nel 4-3-1-2 come trequartista o seconda punta, altrimenti passare al 4-2-3-1 con Balotelli unica punta. La cosa sicura è che Galliani farà un bel discorsetto al giocatore, considerando che alcuni atteggiamenti recentemente non sono affatto piaciuti, soprattutto in allenamento.

Sullo stesso argomento