thumbnail Ciao,

L'Ad viola Sandro Mencucci getta la maschera su Mario Gomez: "E' indubbio che sia uno dei giocatori che ci interessano. E vi posso dire che la cosa è reciproca".

Juventus-Jovetic-Fiorentina, un triangolo di mercato destinato ad andare avanti ancora per parecchio tempo. Dopo aver messo le mani su Carlos Tevez, la Vecchia Signora continua infatti a lavorare incessantemente per portarsi a casa anche il montenegrino, puntando forte - come abbiamo spiegato nella nostra esclusiva - sull'asse di ferro con il procuratore Ramadani.

Dall'altra parte c'è tuttavia una Viola che non sembra disposta a fare alcuno sconto rispetto all'ormai ben nota clausola rescissoria di 30 milioni. Il punto di vista della società gigliata sulla questione è espresso ancora una volta dalle parole dell'Ad Sandro Mencucci, intervenuto venerdì sera alla cena sociale del 'Violaclub Casciana Terme'.

"Jovetic alla Juventus? Come direbbe Lotito: pecunia non olet, ovvero il denaro non ha odore. Dal punto di vista finanziario non abbiamo preclusioni per nessuno anche se la famiglia Della Valle non sarebbe molto contenta e forse avrebbe qualcosa da ridire...".

Insomma - questo il senso delle parole del dirigente - in casa viola ci si turerebbe pure il naso, sia pure molto a fatica, nel trattare con la Juve, ma almeno che quel tirchio di Agnelli tiri fuori fino all'ultimo euro...

Mencucci hai poi gettato la maschera su Mario Gomez: "E' indubbio che Mario Gomez sia uno dei giocatori che ci interessano. Vi posso dire anche che per lui la Fiorentina è una delle squadre che tiene in considerazione per un possibile cambio di maglia".

E dalla Germania i media continuano a spingere parecchio sull'operazione tra Bayern e Fiorentina, anche se Gomez parte in dribbling quando sollecitato sulla questione: "Parliamo di altro, per esempio del tempo. Oppure di shopping. Ritiro in Trentino? Non posso dire altro...".

Dalle pagine della 'Gazzetta', Mencucci si è detto comunque molto fiducioso a 360 gradi sul futuro del club: "Quando giovedì scorso ho incontrato Pradè e Macia ero molto sereno, sono uscito dall'incontro tranquillo e sono sicuro che verrà fuori una grande Fiorentina perchè siamo tutti contenti di come i nostri direttori stanno lavorando. Ci dovete dare un po' di tempo perché sono tutte le operazioni di mercato che stiamo portando avanti sono molto importanti".

"Ljajic? Gli ho consigliato di crescere ancora con noi per diventare un top player e solo allora di mettersi a sedere con la società e pensare ad una cessione. Ora deve crescere ancora con la Fiorentina", ha risposto infine l'Ad gigliato a chi gli chiedeva dell'assalto del Milan al talentino serbo.

Quanto alle uscite, per Vargas - che torna dal prestito al Genoa - ci sono le ipotesi Racing o River Plate, mentre per Olivera al momento non si profilano sistemazioni potabili.

Sullo stesso argomento