thumbnail Ciao,

I nerazzurri sono pronti a definire l'acquisto del forte difensore in forza al Basilea, Branca fa cassa con i giovani e prepara l'assalto a Isla. Stankovic ai saluti.

La svolta del mercato Inter è finalmente arrivata. Branca sembra avere rotto gli indugi e sta per regalare a Mazzarri il primo importante tassello della rinascita nerazzurra, partendo dalla difesa.

Stiamo ovviamente parlando di Aleksandar Dragovic, ventiduenne centrale austriaco attualmente in forza al Basilea, destinato a sbarcare già nelle prossime ore in quel di Milano. L'operazione si chiuderà per una cifra vicina agli otto milioni di euro. Dragovic avrebbe vinto il ballottaggio con Danilo, centrale dell'Udinese che adesso potrebbe arrivare solo nel caso in cui Ranocchia dovesse partire.

Il nuovo acquisto, visionato per mesi dagli osservatori dell'Inter, ha convinto in pieno. Unica pecca, il caratterino decisamente peperino, come dimostra l'episodio del maggio 2012, quando il giovane difensore, durante la premiazione della Coppa di Svizzera, assesta un paio di scappellotti sulla testa del presidente della Confederazione elvetica, Ueli Maurer.

Gli otto milioni di Dragovic rappresentano di certo un investimento importante per le casse nerazzurre, specie se sommati a quanto già sborsato per acquistare Icardi e Belfodil. Il mercato in entrata dell'Inter però non si ferma certo all'austriaco. Prossimo obiettivo è infatti il cileno Isla, per cui restano da soddisfare le pretese economiche della Juventus.

Branca non si spaventa e fa cassa, preparando l'assalto decisivo. Dopo la cessione di Donati al Bayer Leverkusen stesso destino sta per toccare al capitano dell'Under 21 azzurra, Luca Caldirola, che finirà al Werder Brema per una cifra compresa tra i tre e i quattro milioni di euro.

Ed eccoci al capitolo addii eccellenti. Dopo aver salutato già nella scorsa stagione i vari Sneijder, Julio Cesar e Maicon, sono ad un passo dallo svestire il nerazzurro altre due colonne del Triplete: Stankovic e Chivu. Dopo l'incontro andato in scena ieri la rescissione di Deki sembra vicina. Per lui il futuro potrebbe essere in America anche se, nelle ultime ore, si sarebbe fatto avanti anche l'Al Wasl di Dubai.

Infine, ieri, prima giornata milanese per Icardi, ospite dell'amico Messi: "Sono pronto e carico per l’Inter. È bello essere qui con Leo, il mio sogno è giocare insieme a lui nella nazionale argentina ai prossimi Mondiali". I tifosi nerazzurri possono sognare.

Sullo stesso argomento