thumbnail Ciao,

De Laurentiis pensa anche ad anticipare la data di scadenza della clausola a fine giugno, ma con l’obbligo di firmare il prolungamento di contratto in caso di offerte inferiori.

I tifosi del Napoli cominciano seriamente a non poterne più. Padre, madre e fratello (magari anche pronipote, figlio, zio e bisnonna) di Edi Cavani hanno evidenziato a più riprese come il giocatore voglia lasciare l'azzurro per approdare in Premier o in Liga.

Ok, i sostenitori se ne fanno una ragione, ma ora che ci si dia una mossa. Con la questione Matador pendente, infatti, il calciomercato azzurro non può decollare, non si può cercare seriamente una nuova punta per rimpiazzare il possibile partente.

Tre, come noto, vogliono il fuoriclasse uruguagio, Chelsea, Real Madrid e Manchester City. La squadra di Pellegrini, quest'ultimo ufficializzato ieri, è l'ultima ad aver offerto fior di milioni a De Laurentiis, ma i 55 proposti non bastano.

La clausola consente a Cavani di trovare una squadra che paghi l’intero importo fino al 10 agosto, ma di certo Bigon non può aspettare quella data per fare il mercato partenopeo: i manager del giocatore avrebbero chiesto di abbassare la clausola da 63 a 55.

E allora bingo, sarebbe subito trasferimento. Di fatto la società azzurra potrebbe anche accettare, meglio di una sfida tra più soggetti che farebbe le fortune... di nessuno.

De Laurentiis pensa anche ad anticipare la data di scadenza della clausola a fine giugno, ma con l’obbligo di firmare il prolungamento di contratto in caso di offerte inferiori entro il mese attuale.

Sullo stesso argomento