thumbnail Ciao,

L'attaccante di Pescia dovrà stare fermo per quasi tutto il 2013 dopo l'intervento al ginocchio: secondo alcuni avrebbe chiesto la cessione. "Con Balo nessuna rivalità".

Stephan El Sharawy, Mario Balotelli, forse Carlitos Tevez. Il Milan costruisce l'attacco per il prossimo anno, tra i quali ci sarà anche Giampaolo Pazzini. Operato al ginocchio il mese scorso, il giocatore ex Inter tornerà in campo a fine 2013.

Quando tornerà sarà sicuramente difficile trovare un posto negli undici titolari, ma il Pazzo non si perde d'animo: "Io resto al Milan, anche se di questo periodo se ne sentono dire tante'' ha evidenziato l'attaccante a mergine del talk show 'Senti se c'ha un amico'.

Secondo alcuni, visto lo stop e le voci di mercato, il giocatore di Pescia starebbe pensando seriamente ad un addio. "Con Balotelli nessuna rivalità, è un bravo ragazzo e con lui non ho mai avuto problemi e anzi ho un ottimo rapporto. Vedrete che in futuro farà ancora molto comodo alla squadra''.

Classe 1984, Pazzini ha segnato ben quindici reti in trenta presenze nel 2012/2013 nonostante non avesse mai assicurata la maglia da titolare. Centroquattro i goal tra A e B, nove nella cadetteria. L'anno prossimo caccia ai 100 nella massima serie.

"Allegri è il tecnico giusto per il Milan in quanto è in grado di gestire bene un gruppo e trasmettere serenità. Poi è simpatico e quando fa le battute in livornese io, che sono come lui toscano, mi metto a ridere. Poi mi giro e vedo Boateng o De Jong che non hanno capito nulla...".

Sullo stesso argomento