thumbnail Ciao,

Il tecnico italiano avrebbe espressamente richiesto il centrocampista cileno, intanto Perez chiude la porta per Higuain. La Juventus attende e valuta le alternative.

Doccia madrilena per la Juventus. I bianconeri, che sembravano vicini al primo grande botto di mercato, dovranno infatti rivedere in toto i loro piani dopo la netta chiusura del Real Madrid nella trattativa destinata a portare Higuain sotto la Mole lanciata in prima pagina da 'Marca', quotidiano di riferimento per le vicende madridiste.

Il presidente Perez è stato chiaro, per strappare l'argentino ai Blancos non basterà neppure un assegno da venticinque milioni cash. Il tutto con buona pace di Madama, che ora si trova costretta ad abbozzare studiando possibili alternative, con l'incubo ormai concreto di mancare per l'ennesima volta il top player tanto desiderato da mister Conte.

Il numero uno del Real, inoltre, ha ribadito come l'ultima parola in merito alla cessione del giocatore spetterà al nuovo tecnico. Tecnico che, salvo clamorosi colpi di scena, sarà proprio il nostro Carlo Ancelotti, destinato a sedere sulla panchina dei madrileni dopo un lunghissimo corteggiamento. Per ora, insomma, Higuain è fuori dal mercato.

Il mister di Reggiolo, in attesa dell'annuncio ufficiale, lavora alacremente per disegnare il Real che sarà. Primo punto all'ordine del giorno: il rafforzamento della linea mediana, reparto per il quale Ancelotti, secondo quanto riportato oggi da 'Marca', sogna ancora Gundogan, perno insostituibile nello scacchiere del Borussia Dortmund.

In alternativa ecco però spuntare il nome di Arturo Vidal, richiesto da Perez già durante il recente incontro andato in scena con Agnelli e Marotta al 'Puerta 57'. Difficile che la Juventus ceda alle lusinghe del Real, ma è ovvio che un diniego alla cessione del cileno complicherebbe ulteriormente anche la trattativa Higuain. Un bel rompicapo alle porte per la dirigenza di Madama.

Sullo stesso argomento