thumbnail Ciao,

Esubero di lusso in casa Juventus, l'ex Cagliari potrebbe far ritorno in rossonero dove è cressciuto prima di esplodere in Sardegna. Ma i rapporti tesi fra le società non aiutano.

El Shaarawy, Balotelli, Pazzini... e Matri. Nell'idee di Adriano Galliani e Massimiliano Allegri va forte l'italian style. Con la situazione Tevez sempre in stallo, in via Turati si guarda ad un esubero di lusso di casa Juventus. Quel Alessandro Matri, cresciuto nelle giovanili del Milan e preso poco in considerazione (se non in alcuni stralci di stagione) da parte di Antonio Conte.

Ventinove anni ad agosto, una valutazione che si aggira attorno ai 15 milioni di euro, importo per il quale i bianconeri sarebbero ben disposti a far partire il calciatore. La Juventus lo pagò la stessa cifra dal Cagliari nel pieno del suo 'boom' ma con i vari Higuain, Jovetic e Tevez in testa alla lista della spesa (senza contare il già bianconero Llorente) il bomber di Sant'Angelo Lodigiano è solo un peso. E allora ecco farsi sotto il Milan.

"Matri è cresciuto qui da noi, per questo ci piacerebbe riportarlo al casa" ha dichiarato Galliani durante la crociera rossonera. Allegri lo attende a Milanello. Con lui Matri ha vissuto la sua miglior stagione a livello realizzativo (13 reti in 38 presenze) e sarebbe pronto a tornare dal suo mentore, anche a piedi.

Difficilmente però Andrea Agnelli (ora come ora) farebbe un favore ad una rivale che sta cercando in ogni modo di mettergli i bastoni fra le ruote sull'affare Tevez. L'impressione è che Matri si muoverà non prima di metà-fine luglio, quando la questione 'Apache' sarà definita, da una perte e dall'altra.

Sul fronte cessioni invece si lavora sempre per accontentare Robinho, sempre più vicino al ritorno al Santos. Il 29 enne attaccante avrebbe trovato l'accordo economico con il club paulista con cui giocò nel 2010, ma i 6 milioni offerti dai brasiliani alla società rossonera (inserendo magari anche il giovane portiere Rafael nella trattativa) non bastano. Il Milan alza la posta, ma la sensazione è che l'affare, se non a breve, si possa comunque chiudere.

Sullo stesso argomento