thumbnail Ciao,

Milanesi, Juventus, Napoli e Roma gongolano per gli exploit dei propri talenti che stanno trascinando la squadra di Mangia in Israele e prenotano un futuro da protagonisti.

C’è una Nazionale che sta conquistando sempre più il pubblico italiano. Si tratta dell'Under 21 di Devis Mangia, che attualmente è impegnata nell’Europeo di categoria in Israele. Dopo aver battuto Inghilterra, Israele e pareggiato con la Norvegia, è arrivata la qualificazione alle semifinali, che si disputeranno sabato.

La nostra nazionale ha messo in luce sia giocatori già conosciuti che meno noti, che però possono essere il futuro delle big del nostro campionato. Iniziamo dall’Inter, poiché è praticamente di proprietà tutta sua la difesa della Nazionale, compreso il portiere titolare Francesco Bardi.

Oltre a lui, che potrebbe fare il secondo ad Handanovic (anche se è probabile vada a giocare in prestito) in difesa ci sono Donati, Biraghi, Bianchetti e Caldirola. Proprio quest’ultimo, fra l’altro capitano, è in comproprietà tra Inter e Cesena (anche se ha giocato a Brescia nell’ultima stagione) ed è un difensore classe 1991, pronto al grande salto anche in virtù di un passato in Olanda (2010/2011 con la maglia del Vitesse). Bianchetti, Biraghi e Donati nel giro di due/tre anni potrebbero tornare utilissimi all’Inter, anche perché stanno maturando presenze importanti in B con ottimi risultati.

Sorride la Juventus che può contare su Fausto Rossi e Marrone. Il primo è in prestito al Brescia, mentre il secondo in questi giorni è al centro di diverse trattative: infatti sembra che la società piemontese lo abbia offerto come contropartita alla Fiorentina per Jovetic (e Montella avrebbe dato l’ok per il centrocampista) ed anche all’Inter nell’operazione momentaneamente tramontata per arrivare a Ranocchia.

'Madama', che cerca due attaccanti di prima fascia per trionfare in Europa, ha in casa due giovani promettenti; si tratta di Immobile e Gabbiadini. Il primo potrebbe essere inserito nell’offerta per Ogbonna, mentre sull'ex atalantino sembra che abbia messo gli occhi il Borussia Dortmund. Due giocatori con caratteristiche diverse, ma che potrebbero far bene anche nella Juventus. Difficile che Conte li faccia rimanere in casa, anche se Gabbiadini potrebbe essere utile con la sua tecnica in partite bloccate sullo 0 a 0.

Può gioire anche il Milan, che in questo gennaio ha acquistato Saponara; ascoltando le parole di Galliani, sembra che i rossoneri cambino modulo anche per il suo arrivo. Saponara, classe 1991, è un giocatore che assomiglia per un certo verso a Kakà (parola dello stesso ad rossonero).

Quest’anno si è consacrato definitivamente ad Empoli dove ha chiuso con 13 goal e 15 assist. Il Milan punta su di lui e non è escluso che possa affermarsi anche a San Siro: d’altronde classe, volontà e grinta non mancano, anche se i primi tempi potrebbe (ma non è detto) soffrire il passaggio.

Milan che ha in comproprietà con il Chievo anche Alberto Paloschi; il giocatore resterà un’altra stagione a Verona per crescere, prima di tornare alla casa madre. Milan ed Juventus si stanno contendendo anche Vasco Regini, miglior difensore della B. Sembra essere leggermente in vantaggio il Milan, che farebbe crescere Regini al fianco di Bonera, Zapata e Mexes, per poi esplodere il prossimo anno…

Soddisfatta la Roma, che ha Florenzi e Destro come punti fermi per la prossima stagione. Il primo quest’anno si è consacrato con la maglia giallorossa dopo l’ottima annata a Crotone, mentre l’attaccante ha sofferto un po' il passaggio da Siena a Roma e non ha brillato come si aspettavano società e tifosi. Ha trascinato la Roma in finale di Coppa Italia, mentre in campionato si è spesso alternato con Osvaldo, chiudendo comunque la stagione con 11 goal all’attivo.

La società giallorossa ha anche Andrea Bertolacci in comproprietà con il Genoa. Entro il 20 giugno le due società dovrebbero trovare l’accordo per non andare alle buste, ma radio mercato lo dichiara inserito come contropartita nell’operazione che porterà Benatia nella capitale.

Chiudiamo con il Napoli, che può contare sul talento di Lorenzo Insigne. Il giocatore è esploso due stagioni fa a Pescara con Zeman e la scorsa stagione a Napoli è stato chiamato in causa ben 43 volte (la maggior parte da subentrato) realizzando 5 goal e 9 assist. Dopo l’europeo si incontrerà con Rafa Benitez, ma è probabile che resti a Napoli... sperando di trovare maggiore continuità.

Sullo stesso argomento