thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Le dinamiche relative alla campagna acquisti giallorossa continuano a restare avvolte nel mistero. Ma i capitolini stanno pensando all'uruguayano e al francese.

Il mistero che avvolge le dinamiche relative alla Roma in parte prosegue: voli jet per New York, il vuoto post Baldini che Sabatini può colmare solo in parte, i tanti giocatori che hanno chiesto apertamente la cessione (Pjanic, Osvaldo, Nico Lopez su tutti) e quelli che devono essere sistemati a tutti i costi (Marquinho, Burdisso, Balzaretti per citarne alcuni). Eppure qualcosa si muove dopo l'accordo raggiunto con Rudi Garcia per la conduzione tecnica.

Questo qualcosa corrisonde a due nomi sui quali c'è già stato dibattito in società, nomi che verranno entrambi sottoposti in queste ore a James Pallotta. Il primo è di sponda Sabatini, cioè un suo vecchio pallino, calciatore secondo lui ideale per surrogare la partenza di Osvaldo senza impiccarsi sul mercato: si tratta dell'uruguayano Hernandez del Palermo, il cui prezzo oggi può ritenersi dimezzato a non più di 7/8 milIoni rispetto soltanto a 12 mesi fa. Operazione fattibile, i rapporti con Zamparini sono ancora buoni e il giocatore deve riscattare un'annata da comparsa accontentandosi anche quindi sull'ingaggio.

Il secondo è invece di matrice Garcia, ovviamente ben addentrato nel calcio francese lui che ha stupito tutti in 5 anni di Lille. Il profilo corrisponde a quello del laterale mancino Franck Tabanou del Tolosa, calciatore di buona tecnica e corsa che può giocare sia basso che a tutta fascia in passato già seguito con interesse da Inter e Juventus.

Il costo è largamente inferiore ai 10 milioni, 8 trattabili diciamo, e la Roma può avere una corsia preferenziale. Non prima però di aver fatto cassa con almeno un pezzo pregiato e aver sistemato il discorso portiere che resta prioritario dopo l'addio di Stekelenburg passato finalmente al Fulham dopo la telenovela di gennaio.

Sullo stesso argomento