thumbnail Ciao,

Il giovane attaccante savonese è il nuovo grande obiettivo del club inglese: lo scambio con l'Apache però non sembra un grande affare per i rossoneri...

Pare proprio che il City faccia sul serio. E la storia recente del Milan ci consiglia di stare sull’attenti. Smentite di rito e dichiarazioni d’amore eterno non convincono più nessuno, la realtà è che davanti ad un’offerta seria nessuna squadra italiana può permettersi di respingerla al mittente.

Lo dimostra il caso El Shaarawy, appunto, ma anche la situazione di Marchisio alla Juve, finito da bandiera a cedibile nello spazio di un amen. Da qui ad essere venduti, ovviamente, ce ne passa, ma è lo status che è cambiato: da colonne del progetto a suppellettili superflui. Abbiamo estremizzato, ovviamente, ma non siamo molto lontani dalla realtà: se gli spasimanti si presentassero con un bel gruzzoletto (40 milioni per El Shaarawy e 30 per Marchisio) Milan e Juve non chiudono certamente la porta. Anzi…

Sono valutazioni congrue? Nel nostro piccolo, ci sembrano addirittura esagerate, ma se le confrontiamo coi prezzi che circolano (il City ha speso 40 milioni per Fernandinho e 20 per Jesus Navas, il Monaco ne avrebbe offerti addirittura 75 a Sergio Ramos), allora il discorso cambia. Se in giro c’è una pletora di sceicchi e magnati che ha voglia di sperperare il proprio denaro, fatti loro – come direbbe Cassano – l’importante è che non cerchino di fare i furbi quando vengono a trattare nella “derelitta” Italia. Per chiarire ulteriormente il concetto, usiamo la massima preferita da Lotito: “Pagare moneta vedere cammello”.

Prendiamo la presunta offerta del City per El Shaarawy, si parla di 40 milioni di euro: questa, però, è la valutazione complessiva che si dà al giocatore, frutto anche di una contropartita tecnica (Tevez) che gli inglesi vorrebbero inserire nell’affare. Carlitos viene stimato 15 milioni di euro (!), dunque la trattativa – ammesso che il Milan accetti – si farebbe sulla base di un assegno da 25 più una rimanenza di magazzino (per il City, naturalmente). Detto che Tevez,  a nostro modesto parere, è un grandissimo giocatore, parliamo comunque di un 29enne estremamente caro.

IL FARAONE, L'APACHE E IL 'BLUFF' DEI 25 MILIONI
STEPHAN EL SHAARAWY
CARLOS TEVEZ

L'IPOTESI
20 ETA' 29
2 milioni INGAGGIO 5 milioni*
4 ANNI DI CONTRATTO
4*
16 milioni COSTO LORDO AL CLUB
40 milioni*
*non ufficiali

Benché Galliani continui a ripetere che per andare in rossonero l’Apache sarebbe disposto a ridursi l’ingaggio, la realtà è che se queste sono le cifre, il vantaggio dei 25 milioni di euro sarebbe interamente annullato dal differenziale del salario dei due giocatori. Il calcolo è presto fatto: El Shaarawy a regime guadagna 2 milioni di euro? Non ci crediamo neanche se lo vediamo coi nostri occhi il contratto, ma ammettiamo che Tevez scenda fino a 5 all’anno. Significa 3milioni di euro netti all’anno in più che pesano sul bilancio, per 4 anni di contratto fanno 24 lordi. Praticamente, il Milan cederebbe un attaccante 20enne di ottima prospettiva per un 29enne destinato inevitabilmente al declino. Senza guadagnarci nulla.

Abbiamo troppa stima di Galliani per credere che, su queste basi, l’affare possa andare in porto. E, tra l’altro, ci auguriamo che non si concretizzi affatto. Se proprio proprio saremmo di nuovo costretti a salutare un altro gioiellino (per poi rimpiangerlo come stiamo facendo per Verratti), che il magnate di turno sborsi  40 milioni di euro cash, nella speranza che questa volta il presidente li reinvesta per ricostruire un grande Milan…

Sullo stesso argomento