thumbnail Ciao,

Lo svedese ha preso questa decisione dopo aver appreso ufficialmente che Ancelotti lascerà il club. Non sarà facile tuttavia trovare una squadra disposta a pagargli l'ingaggio.

Si è rotto l'idillio fra il PSG e Zlatan Ibrahimovic. Nonostante i 30 goal segnati dallo svedese in Ligue 1, infatti, secondo quanto riferito da 'Sky Sport', l'attaccante svedese avrebbe parlato con la dirigenza del club chiedendo la sua cessione.

A far maturare questa decisione nell'ex giocatore del Milan è stata l'ufficializzazione dell'addio di Carlo Ancelotti, destinato a guidare il Real Madrid. Come detto in passato dall'agente Fifa Mino Raiola, infatti, Ibra considerava la permanenza del tecnico di Reggiolo quale conditio sine qua non per rimanere a Parigi, come emerge dalle sue ultime dichiarazioni.

"Non so cosa farò, posso solo dire che con Ancelotti ho instaurato un ottimo rapporto. - aveva spiegato lo svedese parlando del suo futuro - Lui è un tecnico speciale, ha un feeling particolare con i suoi calciatori. Se dovesse andare via sarebbe una grande perdita, e il Psg dovrebbe puntare su un allenatore di fama internazionale. Per trionfare anche in Europa servono grandi manager".

Essendo l'addio di Ancelotti ormai scritto, come confermato dallo stesso tecnico, ecco dunque la richiesta del fuoriclasse svedese. Il problema per lui sarà quello di trovare ora un club disposto ad accollarsi lo stipendio da 12 milioni di euro che percepisce attualmente con i parigini.

Un contratto faraonico che rischia, paradossalmente, di diventare la sua gabbia. Chissà comunque che la Juventus, che lo ha sognato a lungo, visto lo sviluppo imprevisto della situazione, possa realmente fare un pensierino al suo ritorno, riuscendo ad ottenere uno sconto sensibile sul suo stipendio.


Sullo stesso argomento