thumbnail Ciao,

Oltre al 'testa a testa' per il colombiano con 'Madama' si pensa ad uno scambio tra il cileno e lo stopper, che piace a Conte ma è ritenuto incedibile dal tecnico livornese.

Si chiama Mauricio Isla uno dei nomi nuovi sul taccuino dell'Inter per rifarsi il look sugli esterni. Con l'ufficialità dell'approdo in panchina di Walter Mazzarri, i nerazzurri vogliono subito mettersi al lavoro in sinergia col nuovo tecnico per accontentarlo sul mercato e costruirgli una rosa a sua immagine e somiglianza. E l'asse con la Juventus, in tal senso, ribolle.

Già, perchè oltre al duello per arrivare a Juan Camilo Zuniga, pupillo dell'allenatore livornese e in scadenza nel 2014 con i partenopei, la 'Gazzetta dello Sport' rivela come il club di Moratti abbia messo gli occhi sul jolly cileno. Poche presenze e tanti guai fisici per Isla quest'anno, il cui restante 50% del cartellino verrà comunque riscattato da 'Madama'.

All'Udinese, comproprietaria del giocatore, andranno i restanti 9,5 milioni pattuiti che portano la valutazione del sudamericano a 19: un costo esagerato vista la stagione deludente, ma l'Inter può ammortizzare la cifra mettendo sul piatto quell'Andrea Ranocchia che tanto piace ad Antonio Conte proponendo uno scambio alla pari.

Il nodo da sciogliere, qualora l'idea dovesse decollare, è rappresentata dall'opinione che Mazzarri nutre sul possente stopper che come anticipato in esclusiva da Goal.com rappresenta uno dei pilastri insieme a Guarin su cui rifondare il progetto Inter.

Corsie laterali ma non solo, perchè l'ex allenatore del Napoli intende irrobustire di parecchio il centrocampo: il nome in pole position è quello di Paulinho, che però ha ribadito di voler restare al Corinthians anche se di voci e smentite sull'affare se ne susseguono ormai da mesi; Nainggolan può arrivare se si trova la chiave giusta per convincere Cellino (Benassi?).

Inoltre, come evidenzia il 'Corriere dello Sport', torna di moda Fernando del Porto: il mediano ha espresso la volontà di misurarsi in un campionato più competitivo di quello lusitano e, nonostante la concorrenza del Psg, tra nerazzurri e 'Dragoes' c'è un canale di mercato preferenziale.

Sullo stesso argomento