thumbnail Ciao,

Il tecnico di Certaldo si sofferma sul proprio futuro e allontana le voci circa un suo ritorno in giallorosso: "Allo Zenit sto bene, Andreazzoli merita la riconferma".

Luciano Spalletti sta bene in Russia e chiude categoricamente le porte ad un prossimo rientro in Italia. Il tecnico dello Zenit, intervistato in esclusiva a 'Mattina Sport', conferma la propria intenzione di restare a San Pietroburgo, allontanando le voci che lo davano vicino al ritorno alla Roma.

"In Serie A ci sono tecnici giovani e bravi, e comunque voglio rispettare il mio contratto con lo Zenit. Sto bene qui e per ora voglio portare avanti il progetto iniziato con questa società"- ha assicurato Spalletti.

Quindi il tecnico ha detto la sua anche sullo splendido momento attraversato dal calcio tedesco: "Dopo l'addio alla Roma, e prima di diventare l'allenatore dello Zenit, ho avuto l'oppurtunità di seguire alcune partite di calcio tedesco e entrando nello stadio del Bayern mi resi subito conto dell'enorme potenziale che aveva quella realtà. La gioia delle persone in stadi sicuri, e l'organizzazione di società all'avanguardia, hanno permesso alla Germania di crescere e affermarsi con concrettezza".

Infine Spalletti chiude con decisione le porte alla Roma, e chiosa: "Andreazzoli sta facendo ottime cose, conosce molto bene l'ambiente e a mio avviso sarà ancora lui il tecnico dei giallorossi anche per la prossima stagione".

Sullo stesso argomento