thumbnail Ciao,

Il ds clivense poi si augura che Pellissier resti ancora in giallo-blu: "Il presidente gli ha prospettato la possbilità di restare, non vediamo un Chievo senza di lui".

Giovanni Sartori direttore sportivo del Chievo è intervenuto ai microfoni di Radio Sportiva parlando della corsa salvezza dei giallo-blu ma anche di mercato. Il Chievo vittorioso domenica a Siena, in realtà, può dirsi salvo e con 39 punti all'attivo a meno cinque dalla fine sembra a un passo dal raggiungere l'obiettivo stagionale.

Il ds clivense a riguardo non dà nulla per scontato ammettendo: "Per la tranquillità penso che con un paio di punti ancora ci siamo. Ci sono anni in cui qualcuno si stacca prima ed altri in cui si decide all´ultima gara. Nelle ultime stagioni una-due si sono sempre staccate: quest´anno sembra una lotta a tre, ma fino a 39 punti è meglio non stare sereni fino alla fine".

Una stagione per i veneti che resta strepitosa considerando che dopo il cambio in panchina in pochi credevano ad una loro salvezza: "E' innegabile che il lavoro di Corini sia stato buono, così come quello della squadra che è riuscita a ricompattarsi e ritrovare quei valori che aveva pure l'anno scorso ma ad inizio anno sembrava aver perso. A volte è la mossa della disperazione altre è ponderata perchè ci sono situazioni teniche o perchè non si crea feeling con la squadra".

Le ultime battute le riserva al mercato. Su tutti c'è da risolvere la comproprietà di Paloschi con il Milan: "Con il Milan c'era al momento dell´acquisizione una mezza promessa di rinnovo di comproprietà quindi credo non ci saranno sorprese. Abbiamo anche Cofie col Genoa, Stoian e Tallo, Bellomo con il Bari".

Infine sul futuro di Pellissier conclude: "Il prosieguo dela storia di Sergio col Chievo dipende solo da lui. Il presidente gli ha prospettato la possbilità di restare, non vediamo un Chievo senza Pellissier, consci che prima o poi succederà ma non in questo momento".

Sullo stesso argomento