thumbnail Ciao,

Il presidente nerazzurro nell'immediata vigilia della partita contro il Parma ribadisce la fiducia nel tecnico e non vuole assolutamente mollare l'obiettivo Europa League.

Non è un momento facile per l'Inter, reduce dall'ennesima sconfitta - in Coppa Italia contro la Roma - che segue il pessimo periodo in campionato. Nel prepartita del 'lunch match' contro il Parma, Massimo Moratti non ne vuole sapere tuttavia di mollare l'obiettivo europeo.

Qualcuno ha parlato di possibile volontà dei nerazzurri di non qualificarsi di proposito alla 'coppetta' continentale per non condizionare la prossima stagione con l'impegno infrasettimanale, il presidente non vuole neanche sentirne parlare... "L'Europa League sarebbe più un problema? Non è detto che le stagioni si ripetano. Non andare vuol dire continuare a perdere e spero invece che ci sia la possibilità di ottenere qualsiasi cosa ci sia in palio".

Ovviamente Moratti viene di nuovo sollecitato sul tema caldissimo della riconferma o meno di Andrea Stramaccioni e dai microfoni di 'Sky' mostra di sostenere ancora il suo allenatore: "Se sarebbe rimasto ancora in panchina con il Moratti vecchio stile? Credo di sì, è una questione di rapporti e fiducia, e anche di capire com'è la situazione. Alcune volte ci sono dei problemi legati solo al tecnico e altre no, quindi sarebbe un'ingiustizia...".

Moratti non risparmia una breve risposta anche sul tema 'velenosetto' della rinascita della 'Gea World': "Che ne penso? Adesso non è il momento di parlarne. Non entusiasma l'idea, certo, ma è un'altra cosa...".

Ai microfoni di 'Sky' parla anche il baby Benassi: "E' chiaramente un momento difficile per noi, con risultati negativi. Oggi daremo il massimo per ribaltare questa situazione. Io faccio parte di una grande squadra, siamo in emergenza: ora tutti uniti per portare a termine la stagione".

Sullo stesso argomento