thumbnail Ciao,

L'agente dello svedese continua a mandare segnali di apertura nei confronti della Juve, e ricorda: "Sei mesi fa nessuno avrebbe pensato a Balotelli in rossonero... ".

Zlatan, il ritorno. Mino Raiola, agente dello svedese, non perde occasione per strizzare l'occhio alla Juventus in vista di un ipotetico, e a dir la verità sempre più probabile, nuovo matrimonio tra Ibrahimovic e la Vecchia Signora.

"Sei mesi fa anche il Milan riteneva irraggiungibile Balotelli, ma poi ha fatto il sacrificio giusto al momento opportuno. E il sogno è diventato realtà" - ha ricordato Raiola intercettato dalla 'Gazzetta dello Sport'.

Quindi il procuratore di Ibra sottolinea: "E’ evidente che al club bianconero serva un top player. E al momento io credo che Zlatan possa dare le migliori garanzie. Lo dice la carriera, la professionalità e la voglia intatta di lottare ai massimi livelli".

Poi Raiola glissa sul fattore ingaggio, vero grande ostacolo alla reunion in bianco e nero: "E’ presto per entrare in questi dettagli. Io credo che in questo momento solo Juve e Milan, più che la stessa Inter, possano pensare a una simile operazione".

L'agente di Ibra punge poi Galliani, che negli scorsi giorni ha manifestato una certa nostalgia nei confronti di Thiago Silva, preferendo il difensore brasiliano all'asso svedese: "A sentire le ultime parole di Galliani mi vien da sorridere...  Capisco il suo imbarazzo e, con tutto il rispetto per i grandi difensori, l’ultimo Scudetto il Milan l’ha vinto con i goal di Ibrahimovic. Se poi l’ha perso l’anno scorso non è stato certo per colpa sua".

Infine Raiola spiega la rinuncia di Balotelli, che non volerà negli Usa per ritirare il premio assegnatogli dal 'Time': "L’ha deciso lui. Mi ha chiamato venerdì al rientro da Roma per comunicarmi la rinuncia al viaggio a New York. Sarebbe dovuto rientrare giovedì e non avrebbe avuto tempo per prepararsi al meglio per il Catania. Mi sono complimentato per la professionalità. Non è stato un sacrificio da poco".

E rivela: "Come l'ha presa il Milan? Alla mia telefonata, lì per lì Galliani è rimasto senza parole. Per Mario erano in preventivo eventi con gli sponsor e al consolato. Quel riconoscimento è un grande onore, ma è bene che ora resti con i compagni e dia il massimo nella rincorsa alla Champions". SuperMario sta crescendo, anche fuori dal campo.

Sullo stesso argomento