thumbnail Ciao,

Watford e Udinese si godono bomber Vydra, ma adesso Zola e Guidolin 'litigano' per portarselo a casa. E il City...

Il ventenne ceco sta diventando protagonista anche con la propria Nazionale e adesso entrambi i tecnici lo vorrebbero alle proprie dipendenze. Intanto Mancini sta alla finestra...

Se un giovane attaccante vuol farsi notare, il modo migliore è segnare goal d'autore. La lezione è stata imparata alla perfezione dal talento del Watford Matej Vydra. Dopo la doppietta di martedì sera contro l'Armenia nelle qualifcazioni per Brasile 2014, non si parla d'altro che del ventenne ceco in forza agli inglesi ma di proprietà dell'Udinese.

Anche se nella Nazionale maggiore non ha segnato molto, i suoi goal nella Championship avevano già fatto parecchio rumore. Quest'anno col Watford di Zola ha segnato già venti reti, cosa che aveva reso decisamente felice il club friulano che ne detiene il cartellino.

Il fatto è che Zola sta lottando con le unghie e con i denti per arrivare in Premier League e ha fatto sapere di volersi tenere stretto il suo bomber. Dall'altra parte delle Alpi, invece, Guidolin sta cercando l'erede di Di Natale casomai il napoletano decidesse di appendere gli scarpini al chiodo.

Come se la rissa tra i due tecnici di patron Pozzo non fosse abbastanza complicata, ecco la possibile entrata a gamba tesa di Mancini desideroso di portare al Manchester City la giovane punta. Vydra ha più volte detto di voler rimanere in Inghilterra, ma in molti casi il parere del giocatore spesso non è decisivo. Palla quindi all'Udinese, che dovrà decidere se riprendersi il talentino, lasciarlo parcheggiato al Watford o passare subito alla 'cassa'.

Sullo stesso argomento