thumbnail Ciao,

Il tecnico portoghese ha allenato i 'Blues' per 3 anni con cui ha vinto due Premier League, due Coppe di Lega, una coppa d'Inghilterra ed una Community Shield ma non la Champions.

Con ogni probabilità sarà il tormentone della prossima estate. Quale futuro aspetta Josè Mourinho? C'è chi è pronto a mettere la mano sul fuoco che l'attuale tecnico del Real Madrid a fine stagione lascerà le 'Merengues' per tornare di nuovo sulla panchina del Chelsea.

Di questa possibilità ha parlato direttamente lo 'Special One' che, pur nutrendo un grande affetto per la squadra londinese, in questo momento è concentrato esclusivamente sulle sorti del club madrileno, come spiega a 'Sky Sport News'.

"Adesso sono a Madrid, e sono molto, molto impegnato a lavorare per le ambizioni del club. Tutti sanno che sono un professionista, e che penso solamente al mio lavoro con il Real. La gente parla molto, non pensa che vado spesso a Londra con la mia famiglia perché abbiamo una casa lì. Ma non per questo devono per forza parlare di un mio ritorno. Amo Londra, e forse questa cosa dà alibi alle varie speculazioni".

L'affetto per il club londinese è rimasto, ma i Blues non sono l'unico club con il quale lo Special One ha mantenuto un buon rapporto. "Il Chelsea è un club che mi è rimasto nel cuore, - ha affermato - come anche l'Inter, ad esempio. Ma penso solo al Real Madrid, a fine stagione vedremo".

Mourinho si sente di escludere per ora anche il suo approdo sulla panchina di un'altra prestigiosa squadra della Premier League. "Il Manchester United è il regno di Alex Ferguson - ha sottolineato il portoghese - e spero che lo sarà ancora per molti anni. Mancini? Lui ha vinto la Premier e non penso che lascerà il City. Benitez? Io auguro il bene a tutte le persone, anche a lui. Spero possa finire al meglio la stagione".

Sullo stesso argomento