thumbnail Ciao,

Il procuratore della punta in prestito all'Ascoli avverte i liguri: "Per Simone ho ricevuto tanti attestati di stima, siamo disposti a discutere il contratto ma a cifre adeguate".

Il futuro di Simone Zaza è sempre più un 'rebus'. Anche il procuratore lascia aperte diverse soluzioni per il giovane attaccante classe 1991, di proprietà della Sampdoria ma in prestito all'Ascoli dove si sta affermando a suon di goal importanti e di pregevole fattura.

"Fra 7-10 giorni avrò modo di incontrare la dirigenza della Sampdoria per discutere il rinnovo di Simone - ha detto a 'Primocanale' Christian Maifredi - Sinceramente si è creato un fraintendimento, un agente lavora a tutto tondo ed io non ho solo Zaza come assistito, per cui non ci sono stati incontri ufficiali, ma casuali su vari campi ed in stage con le Nazionali ed in quei casi ho ricevuto attestati di stima, non solo su Simone ma su vari miei assistiti".

Dunque, massima disponibilità nei confronti dei blucerchiati, con cui l'attuale accordo scade nel 2014, ma ad un patto: "C'è volontà di incontrarsi per ridiscutere le prime offerte che erano lontane, non tanto dalla nostra richiesta iniziale, ma in base a quello che sta dimostrando il giocatore cioè avere caratteristiche per affermarsi in una categoria superiore", ha evidenziato l'agente.

"Simone fa una valutazione molto pratica del suo immediato futuro - ha concluso Maifredi - Dodici mesi fa giocava in Lega Pro, dopo sei mesi sfortunati alla Juve Stabia, Vorrebbe avere quanti più minuti possibili a disposizone per farsi vedere e dimostrare il suo valore e fare tanti goal, ma Simone è stato chiaro, se si trova un accordo con la Sampdoria con piacere tornerebbe a Genova".

Sullo stesso argomento