thumbnail Ciao,

I bianconeri proseguono la loro serrata caccia ad un top player d'attacco e sperano nella sponda bavare, Rummenigge intanto torna alla carica per il cileno Vidal.

I panzer tedeschi procedono spediti come da tradizione, e tornano a bussare alle porte di corso Galileo Ferraris. L'obiettivo è quello di portare in Baviera Arturo Vidal, sogno del Bayern Monaco da almeno un paio di anni. In casa Juventus il messaggio è arrivato forte e chiaro, i bianconeri dal canto loro nicchiano, poco propensi all'idea di cedere uno dei perni del centrocampo di mister Conte.

Nei scorsi giorni l'amministratore delagato tedesco, Rummenigge, avrebbe palesemente manifestato al presidente bianconero Agnelli la ferrea volonta di tornare alla carica per assicurarsi il Guerriero cileno. La chiaccherata tra le parti si sarebbe svolta durante il summit dell’Eca (l’associazione dei club calcistici europei), svoltosi martedì scorso nell’hotel Sheraton Malpensa. Il Bayern stavolta spera di riuscire nell'intento, consapevole di come un'eventuale cessione di Vidal frutterebbe alla Juve un'enorme plusvalenza, con conseguente cascata di denaro fresco da poter reinvestire sul fronte top player.

Inoltre i bavaresi potrebbero anche favorire Madama nella caccia a quel Luis Suarez, da sempre pallino di Conte, e seguito con attenzione anche dagli uomini di mercato tedeschi. L'attaccante uruguaiano è rappresentato dal fratello di Guardiola, futuro tecnico del Bayern. Dettaglio non da poco in queste delicate operazioni di mercato. Vidal dal canto suo non si cura delle voci e continua a lavorare per la Juve, provando a convincere il connazionale Sanchez a trasferirsi in bianconero, e giurando eterno amore alla Vecchia Signora.

Tornando al capitolo Suarez, il giocatore nelle ultime ore ha mostrato una certa insofferenza, non escludendo di poter lasciare Liverpool pur di approdare in un club che disputi la prssima Champions. I Reds, già tagliati fuori dalla corsa per un posto nell'Europa che conta e in grosse difficoltà economiche, sognano l'asta. Si parte da quota trenta milioni cash.

Cifra di certo attualmente fuori portata per le casse bianconere, ma che potrebbe rivelarsi raggiungibile nel caso in cui il Bayern versasse un corrispettivo simile pur di assicurarsi il tanto sognato Vidal e, contemporaneamente, rinunciasse definitivamente all'uruguaiano, dirottando le sue attenzioni su uno tra Lewandowsy e Cavani. Nel caso in cui il cileno dovesse davvero salutare Torino, la Juve si consolerebbe con l'esplosione di Pogba e potrebbe lanciarsi sul mercato a caccia di un esterno sinistro, restituendo Asamoah al suo ruolo di mezz'ala. Senza dimenticare quel Poli, da mesi nel mirino di Marotta e Paratici.

Intanto si complica la pista Jovetic. L’Arsenal avrebbe infatti manifestato la disponibilità a versare 23 milioni per JoJo. Quella londinese peraltro appare una soluzione molto gradita dall’agente del viola, Ramadani. La Fiorentina però al momento non scende dalla richiesta iniziale, ferma a trenta milioni di euro.

Sullo stesso argomento